Federazione Sindacati Indipendenti

Finanziaria. Turco: no a nuovi ticket, pero’ bisogna combattere le inefficienze

Nella Finanziaria non ci saranno nuovo ticket sulla sanità. Lo ha detto il ministro della salute, Livia Turco, la quale ha spiegato che quelli da lei indicati nei giorni scorsi sono ticket già applicati in alcune Regioni per combattere le inefficienza.

“Io – detto il ministro alla festa dell’Udeur – ho fatto degli esempi. Ho detto che i ticket ci sono in undici regioni che sono diversi tra di loro. Ci sono ticket positivi come quelli applicati da alcune regioni come la Toscana, per
combattere le inappropriatezze. E’ sbagliato che chi prenota una visita diagnostica e poi non si presenta o non ritira il referto, debba passare indenne, perché è un danno al cittadino. Così come è sbagliato che al pronto soccorso, che deve affrontare casi a volte drammatici, si presenti chiunque abbia un piccolo malanno”.

“Quindi bisogna differenziare se si vuole avere una sanità più efficace e dalla parte dei cittadini. Quelli che ho indicato non sono nuovi ticket, bensì ticket già applicati che vanno nella direzione dell’ efficacia e dell’ efficienza. Poi cosa dovremo fare nella Finanziaria lo stiamo ancora studiando”.

Alla domanda se il governo proporrà a tutte le Regioni di applicare questo tipo di ticket, Livia Turco ha replicato: “Se è necessario proporrò che ci siano investimenti per la sanità e se è necessario prevedere forme di compartecipazione dei cittadini le valuteremo. Però basta con la girandola degli esempi”.