Federazione Sindacati Indipendenti

Professioni: «Ordini indispensabili»

Gli Ordini professionali sono uno «strumento indispensabile per tutelare la salute del cittadino». Sono sul piede di guerra i rappresentanti delle professioni sanitarie, dopo che il Consiglio dei ministri ha rimandato il decreto di applicazione della legge 43/2006, differendo di ulteriori 12 mesi il termine per l’esercizio della delega per l’istituzione degli Ordini delle professioni sanitarie.
Così oggi in una nota congiunta i rappresentanti delle sigle che rappresentano le professioni sanitarie, tra cui l’Ipasvi (Federazione nazionale collegi degli infermieri), ribadiscono «l’obiettivo irrinunciabile di procedere alla trasformazione degli attuali Collegi in Ordini e all’istituzione degli altri Ordini per le professioni della riabilitazione, tecnico sanitarie e della prevenzione, così come previsto dalla legge 43».

Ma le richieste non si fermano qui. Sul tavolo anche la richiesta di un «incontro urgente con il Governo, per conoscere e definire le modalitá, i contenuti e i tempi con cui si intende rispondere alle attese dei 550.000 professionisti della salute, di cui un terzo è tuttora privo di ogni regolamentazione».

Infine, i rappresentanti delle professioni sanitarie informano che «ulteriori iniziative saranno adottate sulla base del mandato dei rispettivi Consigli nazionali, delle risposte delGoverno e degli impegni che intenderá assumere per una chiara e rapida definizione della regolamentazione Ordinistica».

Fonte: Sole24ore/Federfarma