Federazione Sindacati Indipendenti

SANITA’. Lazio, tagli posti letto: Osservatorio Dossetti: “Pubblicare piano tecnico”

Che c’è di “tecnico” in un documento che deve indicare dove tagliare i posti letto ospedalieri? A porsi l’interrogativo è l’Osservatorio Rossetti che rivolgendosi all’Assessore alla Sanità della regione Lazio, Augusto Battaglia chiede di rendere pubblico l’ “elaborato tecnico” dell’ A.S.P. sul taglio dei posti letto “perché cittadini, forze sociali e sindacati possano pronunciarsi alla vigilia di misure che incideranno non solo sui conti economici, ma sul diritto alla salute dei romani”.

Tanti gli interrogati: elaborato tecnico o scure sulla salute dei cittadini? I rigidi calcoli posti letto/abitanti sono l’elaborato tecnico? Tagli per 5.000 posti letto negli ospedali del Lazio, di cui 3.000 a Roma. Ma l’Assessore sa che in tutti gli ospedali romani oggi esistono già lunghe liste di attesa per i ricoveri? Letti bis nei reparti? E sa che con l’avvicinarsi dell’inverno avremo la solita emergenza influenza? Ma forse l’Assessore – continua la nota dell’osservatorio – ci risponderà che un posto letto a Frosinone in tempi rapidi si trova di sicuro??

Il tam tam del ‘gossip sanitario’ sul ‘tototagli postiletto” sembrerebbe rispondere a queste domande in questi giorni che grandi aziende ospedaliere, anche di alta specializzazione, rischiano di essere ridimensionate Ma è vero – chiede il responsabile dell’Osservatorio Dossetti Corrado Stillo – che tra i più penalizzati a Roma c’è il San Filippo Neri? Proprio nella struttura si stanno spendendo oggi milioni di euro nella costruzione dell’edificio D. Allora perché costruire l’edificio D?

D’accordo – continua Stillo – razionalizzare la spesa ospedaliera ma la soluzione non è colpire indiscriminatamente i posti letto è necessario un’azione politica di lotta agli sprechi esistenti, alle consulenze esterne, all’inutilizzo di risorse umane.

2006 – redattore: NZ