Federazione Sindacati Indipendenti

Lecco: altri tagli alla sanità

La Regionme ha bloccato l’acquisto dell’auto infermieristica brutta sorpresa per l’azienda ospedaliera di Lecco.

Mentre prosegue la mobilitazione contro la riorganizzazione del servizio di auto medica, l’ospedale di Lecco si è infatti visto rinviare dalla Regione il progetto per l’istituzione di un’auto infermieristica. L’organizzazione del servizio, che avrebbe dovuto integrare quello di auto medica nell’ambito della risposta all’emergenza urgenza nel nostro territorio – che dallo scorso 16 ottobre, nei giorni da lunedì a giovedì, sta facendo i conti con la riduzione da due a uno dei mezzi con equipaggio medico a copertura dell’area di Lecco – è infatti stata bloccata «fino a data imprecisata» dal Pirellone.

A confermarlo i vertici dell’azienda ospedaliera diretta da Pietro Caltagirone, i quali hanno spiegato che «la Regione, la quale aveva chiesto a tutte le Aree di coordinamento di emergenza urgenza (Aceu) della Lombardia di presentare i propri progetti per la riorganizzazione dei servizi, ha deciso di sospendere temporaneamente l’impegno di spesa che era già stato preso per questa operazione».

Una decisione che ha bloccato qualsiasi operazione riguardante i servizi di emergenza urgenza sul territorio lombardo, compreso quello che prevedeva per Lecco l‘istituzione di un’auto infermieristica, cioè di un mezzo sul quale fossero impegnati infermieri altamente specializzati per questo genere di interventi.