Federazione Sindacati Indipendenti

Pubblico impiego, Nicolais: “Memorandum a gennaio”

La firma del memorandum d’intesa sul lavoro pubblico e sulla produttività e l’efficienza nella Pubblica Amministrazione slitta a gennaio. Lo ha recentemente confermato il ministro delle Riforme e dell’Innovazione nella Pubblica Amministrazione, Luigi Nicolais, che ha parlato di “problema tecnico” legato alle osservazioni delle Regioni al testo, non ancora pervenute a Palazzo Vidoni.

“Stiamo lavorando – ha spiegato il ministro – e abbiamo chiesto alle Regioni il loro parere. Non riusciremo a chiudere l’accordo entro Natale e quindi la data per la firma del memorandum sarà spostata”. Nicolais ha assicurato comunque che questo differimento non inciderà sul rinnovo dei contratti pubblici, che per il governo “rappresenta un punto fermo. L’iter è stato già deciso. Entro l’estate contiamo di rinnovare i contratti per tutti i comparti”.

Nicolais ha infatti sottolineato che con i sindacati c’è pieno accordo. Il ministro ha inoltre riferito che la prossima settimana si terrà un “breve incontro” con le organizzazioni dei lavoratori “per riguardare il commento delle Regioni” al testo del memorandum. Intanto, l’istituzione di un’autorità indipendente con il compito di valutare le inefficienze presenti negli uffici e tra i singoli lavoratori del pubblico impiego, sanzionando i casi più gravi con il trasferimento o anche con il licenziamento, è la proposta contenuta nel progetto di legge-delega elaborato dai giuristi Pietro Ichino e Bernardo Mattarella, presentato alcuni giorni fa al presidente del Consiglio, Romano Prodi, e a Nicolais e illustrato nei giorni scorsi a Milano. Il progetto di legge sarà formalmente depositato nei prossimi giorni alla Camera, da Lanfranco Turci e Antonio Polito insieme a diversi altri parlamentari.

Carlo Pareto