Federazione Sindacati Indipendenti

Cattiva gestione della sanità Danno all’erario da 40 milioni

Un danno complessivo all’erario stimabile in oltre 40 milioni di euro. È quanto ha rivelato il procuratore regionale della corte dei conti del Lazio, Luigi Mario Ribaudo che all’inaugurazione dell’anno giudiziario ha posto l’accento sulla malagestione sanitaria nel Lazio riferendosi anche alle truffe alle Asl e e allo scandalo dell’Umberto I.

“Tra le istruttorie – ha spiegato Ribaudo – meritano di essere ricordate quelle riguardanti gli stessi fatti per i quali pende processo penale a carico di dirigenti e funzionari delle Asl RmB e RmC, per numerose gravi irregolarità nell’erogazione di fondi a società private operanti nel settore della riabilitazione, per un danno complessivo stimabile in oltre 40 milioni di euro”. Nell’elenco dei disservizi, anche dal punto di vista contabile, Ribaudo ha fatto cenno anche alla situazione del Policlinico Umberto I “sul quale la procura regionale porrà vigile attenzione affinchè gli accertamenti possano definirsi in tempi ragionevoli”.

Il procuratore, in tal senso, ha spiegato che la corte dei conti “sta acquisendo anche gli esiti degli interventi ispettivi straordinari di recente disposti in sede ministeriale e regionale, sia sulla gestione del Policlinico Umberto I sia in quelle di altre strutture ospedaliere della regione”. Ribaudo ha poi ricordato che sempre per l’Umberto I vi sono due istruttorie in atto riguardanti il compenso eccessivo attribuito al direttore generale e consulenze conferite a soggetti esterni negli anni 2004-2005. Ansa