Federazione Sindacati Indipendenti

Integrazione Accordo quadro costituzione RSU personale comparti 7 agosto 1998

ACCORDO COLLETTIVO QUADRO D’INTEGRAZIONE DELL’ART. 3 DELLA PARTE SECONDA DELL’ACCORDO COLLETTIVO QUADRO PER LA COSTITUZIONE DELLE RSU PER IL PERSONALE DEI COMPARTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E PER LA DEFINIZIONE DEL RELATIVO REGOLAMENTO ELETTORALE

Il giorno 24 settembre 2007, alle ore 16:30, presso la sede dell’A.Ra.N. ha avuto luogo l’incontro tra:

L’ A.Ra.N:

nella persona del Presidente, Avv. Massella Ducci Teri firmato

e le seguenti Confederazioni sindacali:

CGIL firmato
CISL firmato
UIL firmato
CISAL firmato
CONFSAL firmato
CSE firmato
CGU non firmato
RDB CUB non firmato
USAE firmato
UGL firmato

Al termine della riunione le parti sottoscrivono l’allegato Accordo d’integrazione dell’art. 3 della parte seconda dell’accordo collettivo quadro per la costituzione delle RSU per il personale dei comparti delle pubbliche amministrazioni e per la definizione del relativo regolamento elettorale.

ACCORDO COLLETTIVO QUADRO D’INTEGRAZIONE DELL’ART. 3 DELLA PARTE SECONDA DELL’ACCORDO COLLETTIVO QUADRO PER LA COSTITUZIONE DELLE RSU PER IL PERSONALE DEI COMPARTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E PER LA DEFINIZIONE DEL RELATIVO REGOLAMENTO ELETTORALE

ART. 1

1. L’articolo 3 (Elettorato attivo e passivo) – Parte II – dell’Accordo collettivo quadro per la costituzione delle RSU per il personale dei comparti delle pubbliche amministrazioni e per la definizione del relativo regolamento elettorale del 7 agosto 1998 e’ sostituito dal seguente:

“1. Hanno diritto a votare (elettorato attivo) tutti i lavoratori dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato in forza nell’amministrazione alla data delle elezioni, ivi compresi quelli provenienti da altre amministrazioni che vi prestano servizio in posizione di comando e fuori ruolo.

Nei comparti di contrattazione, con esclusione del comparto Scuola, hanno altresì diritto a votare i dipendenti in servizio con contratto di lavoro a tempo determinato, il cui rapporto di lavoro è, anche a seguito di atto formale dell’amministrazione, prorogato ai sensi di legge e/o inserito nelle procedure di stabilizzazione alla data di inizio delle procedure elettorali (annuncio).

Nel comparto Scuola hanno diritto a votare i dipendenti a tempo determinato con incarico annuale.

2. Sono eleggibili (elettorato passivo) i lavoratori che, candidati nelle liste di cui all’art. 4, siano dipendenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato sia a tempo pieno che parziale. Sono altresì eleggibili i dipendenti indicati nel secondo capoverso del comma 1.

3. I dipendenti che, nel periodo intercorrente tra la data di inizio delle procedure elettorali (annuncio) e quello delle votazioni, acquisiscono i requisiti di cui al comma 1, hanno diritto al solo elettorato attivo senza conseguenze su tutte le procedure attivate, compreso il calcolo dei componenti della RSU, il cui numero rimane invariato.”

Dichiarazione Congiunta n. 1

Le parti si danno atto che, prima delle prossime elezioni delle RSU nel comparto Scuola, tenendo altresì conto delle modifiche che il CCNL di comparto potrà apportare alla disciplina del rapporto di lavoro a tempo determinato, si incontreranno per verificare le condizioni di estensione dell’elettorato attivo e passivo ai dipendenti a tempo determinato della Scuola.

Firmato: ARAN – CGIL – CISL – UIL – CISAL – CONFSAL – CSE – USAE – UGL

Dichiarazione Congiunta n. 2

Le parti si danno atto che, in considerazione dell’estensione dell’elettorato attivo e passivo ai dipendenti dei comparti di contrattazione indicati nel secondo capoverso del comma 1, valuteranno le necessarie integrazioni da apportare al CCNQ del 7 agosto 1998 in relazione alle modalità di fruizione dei distacchi e permessi, in coerenza con le innovazioni introdotte con il presente contratto.

Firmato: ARAN – CGIL – CISL – UIL – CISAL – CONFSAL – CSE – USAE – UGL

Dichiarazione CONFSAL

La Confsal esprime riserva sull’esclusione del godimento dell’elettorato attivo del personale delle sedi estere titolare di contratto locale.
Detta esclusione è in contrasto con l’art. 42, comma 3 del D.Lgs. n. 165/2001 che garantisce la partecipazione al voto nelle elezioni delle RSU a tutti i lavoratori indipendentemente dalla tipologia contrattuale (contratto regolato dalla legge italiana o da quella locale).
La Confsal, altresì, esprime riserva in relazione alla mancata esplicitazione del possesso dell’elettorato attivo e passivo del personale in servizio al Consiglio Superiore della Magistratura e contrattualmente regolato dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto “Ministeri”.

Firmato: CONFSAL