Federazione Sindacati Indipendenti

LAZIO/SANITA’: PRONTE MISURE RIENTRO. SUBITO STOP NUOVE ASSUNZIONI

(ASCA) – Roma, 1 set – Dal blocco delle assunzioni al riassetto della rete ospedaliera per arrivare alla riorganizzazione della spesa farmaceutica. Sono alcune delle misure ”messe in campo” dal presidente della Regione Lazio e commissario straordinario per la sanita’, Piero Marrazzo, per il rientro del deficit sanitario regionale, in risposta al piano chiesto dal Governo. Da oggi, si apprende da fonti della Regione, con una circolare inviata a tutte le aziende sanitarie regionali, sono state bloccate le assunzioni di qualunque tipologia contrattuale che configurino nuove spese, comprese dunque le assunzioni di nuovi primari. Non vengono pero’ bloccate le assunzioni di chi ha gia’ avuto comunicazione di aver vinto un concorso. Le uniche deroghe previste al blocco del turn-over dovranno pervenire dai direttori generali e dovranno essere motivate con la necessita’ di poter garantire i servizi essenziali e autorizzate dalla Giunta Regionale con parere positivo del presidente Piero Marrazzo.

Viene istituito anche un Osservatorio regionale con il compito di fare una panoramica del personale in servizio e, in caso di eccesso o difetto di dipendenti in servizio, li ricollocchi per riportare in equilibrio le strutture sanitarie.

E ancora: il riassetto della rete ospedaliera che prevede la riconversione delle strutture fino a 70 posti letto, dai 50 previsti in precedenza. Per riequilibrare la spesa farmaceutica della Regione, ritenuta onerosa, il margine di remunerazione per i farmacisti scende dal 9% al 6%.

Infine, verra’ sottoposta all’Aifa l’ipotesi dell’utilizzo di farmaci equilvalenti per ridurre la spesa farmaceutica.

map/mcc/rob

(Asca)