Federazione Sindacati Indipendenti

SICILIA/SANITA’: CUFFARO, PIANO RIENTRO NEGOZIATO CON GOVERNO OSTILE

(ASCA) Palermo, 4 set – ”Il mio governo ha avuto un vero tecnico della Sanita’: l’assessore Roberto Lagalla, direttore dell’istituto di radiologia del Policlinico di Palermo.

Insieme a lui abbiamo negoziato un Piano di rientro con un governo nazionale non amico per non dire ostile”. Lo afferma il senatore Toto’ Cuffaro (Udc), dopo le dichiarazioni del presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, ricordando che ”quel piano di rientro il mio governo, con l’assessore Lagalla, lo avrebbe attuato attivando processi di concertazione e di condivisione con le parti e certamente non avremo utilizzato il bastone, la frusta o peggio ancora le minacce”.

”Tutto il settore sanitario dei convenzionati – afferma Cuffaro – svolge un ruolo indispensabile perche’ possano essere date risposte sanitarie certe e in tempi compatibili con la salute e le giuste istanze dei cittadini”.

”Rimango pienamente convinto – prosegue Cuffaro – che non puo’ essere attribuita a questo settore la responsabilita’ del deficit sanitario perche’ le prestazioni che i convenzionati esterni danno costano alla regione meno della meta’ delle stesse prestazioni rese dal pubblico, come ampiamente documentabile dai dati in possesso dell’assessorato”.

”Senza la partecipazione dei convenzionati esterni, inoltre, anche il pubblico entrerebbe in crisi. Per la tenuta del nostro sistema sanitario – conclude Cuffaro – c’e’ bisogno di un’adeguata presenza sia del pubblico che del privato accreditato, anche perche’ la competizione fra i due sistemi fa aumentare la qualita’ dell’offerta sanitaria a tutto vantaggio della salute dei siciliani”.

dod/map/rob

(Asca)