Federazione Sindacati Indipendenti

Sicurezza sul lavoro, dalla Toscana nuove leggi e un fondo per le famiglie

La sicurezza nei luoghi di lavoro è un tema di cui bisognerebbe parlare sempre, non solo in concomitanza di incidenti gravi o mortali: lo ha ribadito l’assessore al bilancio e alle finanze della Regione Toscana, Giuseppe Bertolucci, che è tornato a commentare le iniziative regionali in tema di sicurezza sul lavoro. “Dibattere, riflettere e confrontarsi sul tema della sicurezza – ha detto l’assessore – per sensibilizzare imprenditori e dipendenti, istituti preposti alla prevenzione e al controllo e istituzioni pubbliche rappresenta il “valore” primario della dimensione economica, sociale e civile di qualsiasi attività”.

Bertolucci ha ricordato che la Regione Toscana ha istituito un osservatorio regionale sugli appalti e che a luglio è stato proposto l’allestimento di un fondo per le famiglie delle vittime di incidenti mortali sul lavoro: 600 mila euro per il 2008, un milione per il 2009 ed un altro per il 2010, decisi con una proposta di legge che si trova adesso all’esame del Consiglio regionale.

”Se vogliamo davvero cambiare le cose e invertire la tendenza infortunistica – ha precisato Bertolucci – possiamo farlo solo con scelte impegnative. Le condizioni che determinano a volte l’assenza di sicurezza si creano nella fase in cui si assegnano gli appalti. Ed è lì dunque che occorre intervenire. Non è infatti possibile bandire una gara e assegnare la realizzazione di un’opera o di un servizio con ribassi che, indipendentemente dall’entità della base d’asta, vanno dal 20 % in su e poi pretendere che tutto, dai diritti ai salari alla sicurezza, fili liscio”.

Redazione Web Prontoconsumatore – Redattore DD