Federazione Sindacati Indipendenti

LOMBARDIA/SANITA’: DOMANI FIRMA ACCORDO PER NUOVO SAN GERARDO MONZA

(ASCA) – Milano, 16 set – Accorpamento di tutte le attivita’ sanitarie nella sede del Nuovo San Gerardo (con potenziamento dei servizi sanitari e adeguamento strutturale in vista dell’accreditamento al Servizio Sanitario Nazionale) e cessione della vecchia sede dell’ospedale monzese, parte della quale verra’ trasformata in sede di attivita’ di interesse pubblico. E’ quanto prevede l’Accordo di Programma che verra’ sottoscritto domani tra la Regione Lombardia (rappresentata dagli assessori Luciano Bresciani e Massimo Ponzoni), dal Comune di Monza (sindaco Marco Mariani) e dall’Azienda Ospedaliera San Gerardo di Monza (direttore generale Giuseppe Spata). In base all’accordo, l’Azienda Ospedaliera si impegna a trasferire al Comune di Monza l’area e gli edifici del vecchio San Gerardo (stimati 13 milioni di euro), impiegando quindi il ricavato per l’ampliamento e l’adeguamento strutturale e tecnologico del Nuovo San Gerardo.

Soddisfazione e’ stata espressa dall’assessore alla Qualita’ dell’Ambiente con delega alla costituzione della provincia di Monza e Brianza, Massimo Ponzoni, che firmera’ l’accordo su delega del presidente Roberto Formigoni: ”Abbiamo siglato un’intesa strategica, che avra’ ricadute positive non solo su Monza citta’, ma sull’intera provincia brianzola.

L’operazione, improntata a criteri di ottimizzazione dei costi e dei servizi, consentira’ infatti di implementare le funzioni del San Gerardo e di far rinascere la centralissima area degli ex padiglioni di via Solferino, anche con funzioni di rilevante interesse pubblico”.

Positivo anche il commento dell’assessore alla Sanita’, Luciano Bresciani, secondo il quale ”si compie un passo in avanti decisivo per il miglioramento della qualita’ dell’offerta medica in Brianza e in tutta la Lombardia”.

”Grazie a questo accordo – ha dichiarato – il nuovo ospedale sara’ infatti in grado di erogare prestazioni sanitarie di eccellenza e ad alta intensita’ di cura, secondo i piu’ severi standard internazionali, ponendosi come polo di riferimento ospedaliero. Il metodo di valorizzazione e di sostegno delle eccellenze e delle professionalita’ di cui e’ ricca la nostra regione si conferma il metodo prioritario per proseguire il nostro cammino”.

La firma e’ prevista alle ore 15 a Palazzo Pirelli.

res-rus/cam/rob

(Asca)