Federazione Sindacati Indipendenti

Sicurezza sul lavoro, la mancata prevenzione costa 45 miliardi di euro

E’ di 45 miliardi di euro l’anno, pari al 3,5% del Pil, il danno economico legato alla mancata prevenzione sulla sicurezza sul lavoro: la stima è del presidente dell’Aias (Associazione professionale italiana ambiente e sicurezza), Giancarlo Bianchi, che l’ha fornita durante un incontro organizzato alla Fiera del Levante.

Ne dà notizia in un comunicato l’ufficio stampa dell’ente fieristico. A un anno di distanza dall’ultimo incontro, si è fatto il punto sulle politiche legate alla questione sicurezza: l’incremento professionale e le tutele di addetti e responsabili del servizio prevenzione e protezione, le misure già prese e da prendere in ambito regionale, e l’efficacia dell’ultima legge nazionale in materia, il testo unico del 9 aprile 2008.

«Questa legge è estremamente innovativa sia in Italia sia in Europa – ha spiegato Bianchi – perché per la prima volta si è creato un sistema di gestione che tiene conto di tutti i settori della prevenzione. È nato un sistema informativo che fornirà dati quantitativi e consentirà alle regioni di programmare concretamente gli
interventi».