Federazione Sindacati Indipendenti

Puglia/ Inchiesta Sanità: direttore neurochirurgia ai domiciliari

Stamattina la Guardia di finanza di Bari ha sottoposto agli arresti domiciliari il professor Pasqualino Ciappetta, direttore dell’unità operativa di neurochirurgia del Policlinico di Bari su ordine della Procura della Repubblica del capoluogo pugliese. Il provvedimento è in relazione a diversi episodi corruttivi, turbative d’asta, falsificazione ideologica di atti pubblici e truffa aggravata a danno della Pubblica amministrazione.

L’ordinanza è scaturita dalle indagini che la Procura di Bari sta svolgendo sulla sanità pugliese e sull’imprenditore barese Giampaolo Tarantini e, in particolare, riguarda i rapporti tra quest’ultimo e Ciappetta. Secondo una nota emessa dalla Procura le indagini avrebbero accertato che il medico, nonostante un contratto sottoscritto con l’Università e il Policlinico di Bari, svolgeva attività professionali presso strutture diverse ed in particolare presso una clinica di Roma.

Sempre secondo la Procura, il Ciappetta era già stato condannato per danno patrimoniale in una situazione analoga, quando era primario presso all’ospedale Santa Maria di Terni.

In questo caso il danno patrimoniale era stato accertato nei confronti dell’azienda ospedaliera e dell’università di Perugia.