Federazione Sindacati Indipendenti

LAZIO: POLVERINI COMMISSARIO SANITA’ LAVORA AL ‘REBUS’ GIUNTA

(ASCA) – Roma, – Stop alle liste di attesa e occhi puntati sulla sanita’. Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, ha suggellato cosi’ una giornata scandita da tre appuntamenti che l’hanno accompagnata ufficialmente nella sede della Regione Lazio. L’omaggio con la deposizione della corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto al Vittoriano e la visita al Sacrario delle Fosse Ardeatine, hanno preceduto l’entrata nella sede della Regione. Non lascia spazio a dubbi Renata Polverini, che punta – come emerge dalle sue parole – a rispettare punto per punto quanto promesso in campagna elettorale. E il Presidente sta gia’ lavorando in tal senso, lo ha assicurato oggi, e tra i primi interventi che saranno messi in atto nella sanita’, il ”tallone d’Achille” della Regione, l’eliminazione delle liste di attesa. L’accorpamento delle Asl e’ una delle altre priorita’ della Polverini che mira a una riorganizzazione con l’obiettivo di restituire ai cittadini un servizio efficiente e soprattutto facilmente accessibile.

Del resto il via libera per metter mano al settore critico della Regione la Polverini l’ha avuto sempre oggi da Palazzo Chigi, con la nomina da parte del Consiglio dei Ministri a commissario straordinario alla Sanita’ del Lazio.

”Oggi – ha detto al Vittoriano – e’ una giornata importante e impegnativa che mi riempie di gioia e di emozione – e’ stato un momento intenso che portero’ con me tutta la vita” giornata resa ancora piu’ intensa dalla convocazione delle istituzioni locali per un messaggio di saluto e per auspicare con loro un periodo di collaborazione per il bene della Regione Lazio.

E tra i primi – come peraltro avviene fin dal giorno dell’elezione – a mostrarsi ”collaborativo” e consapevole del bisogno di lavorare insieme e’ stato il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che ha sottolineato la differenza tra Istituzioni e politica. ”Lo scontro politico tra maggioranza e opposizione avverra’ in consiglio regionale, le istituzioni invece debbono trovare il bandolo della matassa e collaborare.

Da parte nostra – ha assicurato – pancia a terra per aiutare a risolvere i problemi dei cittadini”.

Altro aspetto al centro del dibattito in queste ore, anche alla luce dello scontro Fini-Berlusconi, e’ la creazione della nuova giunta. ”Ormai ci siamo quasi”, ha detto Polverini. ”I tempi sono contingentati. Avevo detto che avrei preso il tempo giusto, ma ieri ho ritenuto di non occuparmi di questo perche’ bisogna sempre avere davanti le priorita’. I dirigenti del Pdl del Lazio erano impegnati nella direzione del partito e quindi abbiamo fatto una giornata di pausa, da oggi pomeriggio ricominciamo”. Dunque si lavora alla costruzione della Giunta sulla quale non pende, stando alle parole di Renata Polverini, l’affaire che sta alimentando la discussione interna al Pdl.

Bet/sam/bra