Federazione Sindacati Indipendenti

Superticket, interventi in calo a Napoli Deutsche Bank blocca i fondi per i privati

NAPOLI – Il crollo dei ricoveri in pronto soccorso per i “codici bianchi”, quelli cioè ritenuti di nessuna urgenza, si fa sempre più marcato negli ospedali cittadini, dopo l’entrata in vigore del superticket a cinquanta euro: il picco al Cardarelli dove il calo è stato addirittura del 75 per cento.

Un trend che tuttavia allarme a i medici che atttraverso il presidente dell’Ordine Peperoni avvertono: era sicuramente giusto introdurre criteri di selezione più rigidi, ma c’è il rischio di non intercettare patologie gravi. In altri termini, pur di non pagare il superticket può esserci una sottovalutazione dei sintomi anche più comuni, come il mal di testa che il neurochirurgo del Cardarelli Cafasso invita a non sottovalutare proprio perché può nascondere situazioni più gravi.

Sempre sul versante sanità, intanto, è ancora scontro dopo le polemiche dimissioni di Zuccatelli da subcommissario: Caldoro fa sapere che il piano va avanti. Dalle banche arriva lo stop all’acquisto dei crediti maturati dai privati con la Regione: la prima è stata ieri la Deutsche Bank.