Federazione Sindacati Indipendenti

SANITA’:BRUNETTA A ERRANI, 12, 4 MLD RISPARMI CON DIGITALIZZAZIONE

Bologna – Nella documentazione inviata dal ministro Brunetta al presidente Errani si ricorda inoltre che la Regione Lombardia ha annunciato l’attivazione del progetto “ricetta digitale” a partire dal 2011: i risparmi, riferiti alla regione, sono stati stimati in circa 1 euro a ricetta, per un totale superiore ai 50 milioni di euro. La stima si riferisce esclusivamente ai risparmi derivanti dall’abolizione dell’intero ciclo della “ricetta rossa”.

Infine Palazzo Vidoni stima un risparmio annuo complessivo di 590 milioni di euro, cosi’ calcolato: 500 milioni di euro a favore dell’INPS derivanti dall’abolizione del data entry dei certificati di malattia cartacei; 20 milioni di euro a favore delle imprese derivanti dalla possibilita’ di un monitoraggio piu’ efficace dell’assenteismo attraverso il certificato di malattia elettronico (attualmente le giornate indennizzate sono 60.277.000 per un costo totale di 1,9 miliardi l’anno, di cui 1,6 a carico delle imprese);

70 milioni di euro derivanti dall’abolizione dell’invio con raccomandata del certificato di malattia all’INPS e al datore di lavoro (il costo di ogni raccomandata e’ pari a 2,80 euro e i certificati di malattia emessi per i dipendenti del settore privato sono circa 12 milioni l’anno, per un totale di 24 milioni di raccomandate inviate ogni anno).

Brunetta segnala inoltre a Errani ulteriori risparmi possibili derivanti dall’adozione dei servizi di pagamento e di refertazione online che – oltre a introdurre semplificazioni e agevolazioni consistenti per i cittadini, sia in termini di tempo che di costi – consentirebbero di accelerare il percorso di innovazione dei sistemi informativi e delle procedure aziendali, favorendo la messa a sistema di soluzioni spesso attivate in forma sperimentale.

Questo intervento puo’ generare un impatto quantificabile, in termini di minore spesa pubblica, in oltre 400 milioni di euro annui.

Fonte: AGI News On