Federazione Sindacati Indipendenti

Napolitano: conciliare diritto salute con rigore conti

“Non mi pare che siamo di fronte a una generica lamentela, ma ad uno sforzo molto costruttivo per vedere in quale modo si possono rendere compatibili le esigenze della finanza pubblica, che sono stringenti, con la riaffermazione del diritto alla salute e la sua tutela concreta che è garantita dal sistema sanitario nazionale”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al termine della cerimonia inaugurale del primo congresso nazionale unitario della chirurgia italiana.

 

Il presidente Napolitano lo ha detto in riferimento alle preoccupazioni espresse dal presidente della Società italiana di chirurgia, Gianluigi Melotti, per i tagli di spesa previsti dalla spending review. “Quello che ho ascoltato oggi – ha detto il presidente Napolitano – è un discorso molto serio su come far corrispondere la tutela del diritto alla salute con le risorse disponibili, ed il punto che è stato messo in grande evidenza é la necessità – ha concluso – di cambiamenti seri al sistema”.

 

BALDUZZI, PER SANITA’ NON SONO TAGLI LINEARI – Quelli previsti dalla spending review per la sanità “non sono tagli lineari ma riduzioni di finanziamenti per cui si danno gli strumenti alle Regioni al fine di spendere meno e meglio, che è ciò che il momento presente ci chiede”. Lo ha affermato il ministro della Salute, Renato Balduzzi, intervenendo alla cerimonia di apertura del congresso.

 

Balduzzi ha sottolineato come “accanto ai successi del nostro sistema snitario nazionale, ci sono situazioni da migliorare, punto – ha detto – al centro del decreto sanità e del decreto di spending review, e cioé – ha concluso – come riuscire a resistere nel tempo di crisi attuale” coniugando le esigenze della finanza pubblica alla qualità del sistema sanitario nazionale.

 

 

Fonte: ANSA.it