Federazione Sindacati Indipendenti

Alitalia, busta paga più leggera

Settanta euro in meno in busta paga e contratti di solidarietà per 2.400 dipendenti di Alitalia per scongiurare 630 esuberi. La trattativa tra compagnia e sindacati è in corso a Fiumicino. Un lungo incontro, cominciato lunedì 3 e riaggiornato nel pomeriggio di martedì, durante il quale le parti hanno esaminato la proposta di accordo giunta dall’ad Gabriele Del Torchio. Che si può sintetizzare in questo modo: lavorare meno per lavorare tutti. Tagliando anche le buste paga. Il top manager ha dato intanto l’esempio, decurtandosi lo stipendio del 20 per cento e del 10 per cento al resto del management.

LA PROPOSTA – La proposta indirizzata dal vertice Alitalia ai sindacati riguarda il personale di terra non operativo, cioè i dipendenti degli uffici, e prevede una riduzione di lavoro di 50 ore mensili, con una riduzione dello stipendio di circa 70 euro mensili. L’accordo dovrebbe scattare già la prossima settimana, da lunedì 10 giugno, e durerebbe due anni, fino al 9 giugno 2015. A fine nottata i sindacati hanno rilanciato la loro controproposta che verte sulla riduzione della platea dei lavoratori interessati e del numero di ore di lavoro.

Alessandro Fulloni