Federazione Sindacati Indipendenti

Dati sanitari e di rischio: applicazione INAIL per la trasmissione informatizzata

Entro il 30 giugno 2013 scade il termine per la trasmissione dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, relativi all¿anno 2012; tuttavia, considerato l’attuale periodo di sperimentazione e delle possibili difficoltà di raccolta e trasmissione telematica delle informazioni, la sanzione per il medico competente, prevista dal TU Sicurezza, à¿ sospesa per l¿intero periodo di sperimentazione. E’ disponibile un nuovo applicativo WEB predisposto dall’INAIL.

Annunciato che i Ministeri del Lavoro e Politiche Sociali, della Salute, il Gruppo Tecnico Interregionale di Coordinamento PISLL delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e di Bolzano, l’INAIL, in collaborazione con le organizzazioni scientifiche più rappresentative in materia, la Società Italiana di Medicina del Lavoro ed Igiene Industriale (SIMLII) e l’Associazione Nazionale Medici d’Azienda (ANMA), avviano un percorso di collaborazione e condivisione, con l’obiettivo di semplificare e favorire gli adempimenti di raccolta e trasmissione delle informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, di cui all’Allegato II al D.M. 9 luglio 2012 (Allegato 3B del D. Lgs. n. 81/2008).

Ai fini di una compiuta attuazione della norma, l’Inail ha predisposto, ai sensi dell’intesa in Conferenza Unificata del 20 dicembre 2012, un applicativo web studiato con l’obiettivo di semplificare e standardizzare le operazioni di inserimento dei dati da parte dei medici competenti.

Il nuovo sistema operativo sarà accessibile ai medici competenti sul sito www.inail.it a partire dal 22 maggio 2013.

Si apprende altresì che considerato che il termine per la trasmissione dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, relativi all’anno 2012, è fissato al 30 giugno 2013 e tenuto conto che l’invio di tali dati rientra nella fase di sperimentazione del sistema, e conseguentemente delle possibili difficoltà di raccolta e trasmissione telematica delle informazioni, la sanzione per il medico competente, di cui all’art. 58, comma 1, lettera e) del D.Lgs. n. 81/2008 è sospesa per l’intero periodo di sperimentazione. Al termine della fase di sperimentazione, i Ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano, con INAIL e congiuntamente con le Società scientifiche SIMLII ed ANMA, analizzeranno e valuteranno i risultati complessivi acquisiti con l’obiettivo di individuare modalità e contenuti per il miglioramento del sistema operativo.

Nota informativa trasmissione informatizzata dei dati