Federazione Sindacati Indipendenti

Sanita’: a Milano mille posti letto per i migranti sanitari

MILANO, – Piu’ di mille posti letto a prezzi agevolati per accogliere i migranti sanitari, cioe’ pazienti e famiglie che arrivano da fuori Milano per curarsi negli ospedali cittadini. E’ il progetto ‘A casa lontani da casa’ realizzato dal Comune di Milano con cinque associazioni no profit e presentato oggi.

Malati e parenti che li accompagnano potranno avere un alloggio adeguato a costi contenuti per il periodo di cure che dovranno affrontare, gli alloggi si trovano nelle sedi delle associazioni, in case di accoglienza mentre il Comune di Milano ha messo a disposizione un bene confiscato alla mafia. Ente capofila dell’iniziativa e’ Prometeo Onlus insieme a Lilt provinciale di Milano, Associazione Volontari Ospedalieri di Milano, CasAmica onlus e Associazione Marta Nurizzo.

”Con questo progetto Milano diventa piu’ aperta, accogliente e ospitale – ha detto in una nota l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino – Le degenze dei pazienti che vengono da fuori citta’ sono spesso prolungate, soprattutto per le problematiche onco-ematologiche e riabilitative, e richiedono periodi di ricovero alternati a brevi dimissioni. In queste situazioni e’ indispensabile offrire ai parenti e agli accompagnatori, ma talora agli stessi pazienti, soluzioni abitative vicine agli ospedali, confortevoli ed economiche. L’obiettivo – ha concluso – e’ rendere piu’ dignitosi ed efficaci i percorsi di cura”.

Per facilitare la ricerca dell’alloggio a chi arriva a Milano c’e’ un sito web dedicato, www.acasalontanidacasa.it oltre al numero verde 800.161.952 e ALla guida cartacea che si puo’ trovare anche nelle Asl e negli ospedali.

(ANSA).