Federazione Sindacati Indipendenti

Sanita’:black out al Santobono; direzione, bimbi stanno bene

NAPOLI, ”L’episodio di black out che ha determinato una situazione di emergenza per i sette neonati intubati ricoverati nel reparto di terapia intensiva neonatale e’ stata tempestivamente gestita dal personale medico ed infermieristico, supportato anche da personale del reparto di Rianimazione che ha praticato tutte le manovre previste dai protocolli di emergenza per garantire la stabilità dei parametri vitali dei neonati”. E’ quanto si sottolinea in una nota della Direzione sanitaria dell’ospedale Santobono di Napoli in merito all’episodio verificatosi nel pomeriggio di domenica scorsa. ”Per l’intera durata del black out – si precisa – grazie all’intervento dei sanitari, i parametri vitali dei bambini sono risultati stabili, come confermato strumentalmente alla ripresa del funzionamento delle apparecchiature. Nelle ore e nei giorni successivi sono stati eseguiti ulteriori controlli clinici e di laboratorio che hanno confermato la stabilità dei pazienti e che permangono tali a 5 giorni dall’evento. I genitori presenti in reparto in orario di visita, sono stati tenuti costantemente aggiornati sulle condizioni dei piccoli pazienti, e tranquillizzati sul loro stato”.

Dal comunicato emergono alcune ipotesi sulle cause del guasto: ”La relazione tecnica preliminare ha indicato che l’evento parrebbe essere stato determinato da un probabile corto circuito all’interno dell’Ups n. 1 che avrebbe provocato l’intervento dell’interruttore generale del quadro elettrico di cabina; tale evento avrebbe causato la disalimentazione dell’Ups n. 2 che avrebbe continuato a funzionare fino all’autonomia consentitagli dalla carica della batteria; a completo esaurimento delle stesse sarebbe mancata l’energia nei reparti di Terapia intensiva e Rianimazione per il solo tempo necessario a permettere che l’elettricista di turno ripristinasse la normalità del servizio. Gli Ups, sostituiti meno di 2 anni fa, erano stati revisionati lo scorso 10 luglio, mentre la cabina elettrica era stata cambiata a settembre 2012”.

”La Direzione dell’AORN Santobono-Pausilipon – si conclude la nota – ha chiesto subito le relazioni tecniche e sanitarie utili a chiarire l’accaduto ed ha attestato apprezzamento per l’alta professionalità e la tempestività degli operatori sanitari e del servizio tecnico”.

(ANSA).