Federazione Sindacati Indipendenti

Forte preoccupazione della FSI – 368 mila posti di lavoro nel pubblico impiego

E’ altissimo il presto che sta pagando il pubblico impiego in questi anni, afferma il sindacato FSI, negli ultimi dieci anni si è verificata una forte contrazione nel numero dei lavoratori pubblici. Nel 2011 si contano poco più di 2,8 milioni di dipendenti, al netto degli appartenenti alle forze armate e ai corpi di polizia, con una caduta dell’11,5% rispetto al 2011, ovvero di 368 mila unità. Lo conferma l’Istat.

Presentando il nuovo censimento dell’industria, dei servizi e delle istituzioni pubbliche, l’Istat spiega come “la trasformazione di enti da diritto pubblico a diritto privato e le politiche di limitazione del turnover dei dipendenti hanno comportato un calo anche nell’occupazione”. Oltre alla diminuzione dei dipendenti, nel settore pubblico si riducono anche i lavoratori temporanei (-21,3%), mentre aumentano in misura considerevole, del 18%, i lavoratori esterni. Nel dettaglio, tra gli enti locali, i comuni segnano il calo più forte del numero di addetti (-10,6%). Meno marcata è stata invece la contrazione nelle regioni (-8,6%).

Istat: in Italia 4,5 mln imprese, +8,4 in dieci anni – Il IX censimento generale dell’industria e dei servizi ha registrato 4.425.950 imprese attive al 31 dicembre 2011, con un aumento dell’8,4% sul 2001. Ha rivelarlo è l’Istat, che aggiunge come la crescita più consistente si sia verificata nel Sud (+12,2%). Gli addetti nello stesso periodo sono aumentati di circa 700 mila unità, con un forte incremento nel commercio.