Federazione Sindacati Indipendenti

Sanità: errori in aumento, 467 rilevati da Osservatorio nel 2012

Roma, Aumenta in Italia il numero degli eventi sentinella rilevati dal sistema informativo per il monitoraggio degli errori in sanità: nel 2012 sono stati 467, con un trend in forte aumento rispetto agli anni precedenti. La percentuale più alta riguarda la morte o grave danno per caduta del paziente (31,3%), a seguire il suicidio o tentato suicidio di pazienti in ospedale (14,8%), ogni altro evento avverso che causa morte o grave danno al paziente (14,1%). Nel complesso, da quando è attivo il sistema, gli eventi segnalati sono stati 1918.

E’ quanto emerge dal 5° Rapporto sul monitoraggio degli eventi sentinella, illustrato oggi da Rosetta Cardone del ministero della Salute, nel corso del Forum Risk Management ad Arezzo. Le segnalazioni arrivano, principalmente dai reparti di degenza, (39,26%) e nello specifico da i reparti di medicina generale (13,61%). Oltre agli eventi, dallo studio emerge anche una vera e proprio politica di coinvolgimento da parte del ministero della Salute: il 44,44% dei pazienti sono stati infatti coinvolti nella gestione del rischio clinico.

“E’ il momento – spiega Cardone – di andare oltre la valutazione dei numeri e implementare quel programma di formazione capace di garantire un reale salto di qualità in materia di sicurezza in ambito sanitario”.Concetto caro anche a Riccardo Tartaglia, direttore del Centro GRC Regione Toscana, che punta il dito sulla necessità di superare “cultura individualista” per approdare ad una “cultura partecipativa”.

“Bisogna formare – sottolinea Tartaglia – gli studenti di medicina ad un nuovo modo di lavorare e alla sicurezza delle cure. Ricordiamoci – conclude – che una migliore sicurezza fa risparmiare in termini di vite umane e denaro”.

Adnkronos Salute