Federazione Sindacati Indipendenti

abolito finanziamento pubblico ai partiti

La nota ufficiale di Montecitorio: “La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge, già approvato dal Senato, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 28 dicembre 2013, n. 149, sull’abolizione del finanziamento pubblico diretto, disposizioni per la trasparenza e la democraticità dei partiti e disciplina della contribuzione volontaria e della contribuzione indiretta in loro favore”. Il testo è passato in ultima visione a Montecitorio con 321 si, 141 no, 5 astenuti.

Emanuele Fiano, PD: “Da oggi si cambia davvero. Con l’approvazione della nuova legge di fatto abbiamo abolito il finanziamento pubblico diretto. Da oggi saranno i cittadini a decidere se e quanto finanziare i partiti che vogliono sostenere”. Gaetano Quagliariello, NCD: “Con l’approvazione definitiva del decreto presentato dal governo Letta, giunge a compimento una riforma storica che coniuga il risparmio e la trasparenza con la necessità di garantire la sopravvivenza dei partiti senza i quali la democrazia non esisterebbe.

Dal sistema del finanziamento pubblico a pioggia camuffato da rimborsi elettorali , si passa a un sistema fondato sulle erogazioni liberali dei privati e sulla contribuzione volontaria dei cittadini.” Il Movimento 5 Stelle ha esposto un cartello in aula: “Bugia n.1 di Renzi”, al momento dell’annuncio dell’approvazione della legge. Boldrini ha chiesto l’immediata rimozione degli stessi.