Federazione Sindacati Indipendenti

Detrazioni fiscali lavoro dipendente 2014: cosa cambia rispetto al 2013, i nuovi scaglioni

Le cosiddette detrazioni fiscali per il lavoro dipendente nel 2014, grazie alle norme previste nel Testo unico sulle imposte sul reddito, permettono ai lavoratori, anche se soggetti a tipologie contrattuali a progetto, una riduzione del carico fiscale sul proprio reddito. La Legge di Stabilità 2013-2014 ha prodotto delle modifiche al TUIR attraverso l’utilizzazione di un nuovo strumento di calcolo che è entrato a regime a partire dal 1 gennaio 2014. in questo articolo cercheremo di comprendere cosa è cambiato rispetto al 2013.

Detrazioni fiscali lavoro dipendente 2014: le modifiche apportate dalla Legge di Stabilità

Per quanto riguarda la materia delle detrazioni fiscali per lavoro dipendente, ecco quali sono le modifiche principali apportate dalla Legge di Stabilità 2013-2014 al TUIR: 1) le detrazioni fiscali per lavoro dipendente in caso di un reddito inferiore a 8.000 euro aumentano di 40 euro, per cui dal 1 gennaio 2014 la nuova detrazione spettante è di 1.880 euro; 2) abrogazione del comma 2 che permetteva di ottenere una detrazione aggiuntiva qualora il reddito complessivo si collocasse in una cifra compresa tra i 23.000 euro ed i 28.000 euro.

Detrazioni fiscali lavoro dipendente 2014: quando spettano

Le detrazioni fiscali per lavoro dipendente 2014, che riducono l’imponibile IRPEF da versare, spettano nei casi in cui il reddito complessivo è formato da redditi che provengono: 1) da lavoro dipendente; 2) dall’essere soci di cooperative o titolari di forme contrattuali di lavoro cosiddetto interinale; 3) da compensi che vengono percepiti in relazione a rapporti di collaborazione coordinata e continuativa; 4) da contratti a progetto.

La detrazione fiscale per il lavoro dipendente 2014 si calcola in misura inversamente proporzionale rispetto al reddito percepito. In poche parole, maggiore sarà il reddito e minori saranno le detrazioni, minore sarà il reddito, maggiori le detrazioni. Qualora vengano richieste dal lavoratore dipendente, le detrazioni potranno essere usufruite mensilmente all’interno della busta paga.

Detrazioni fiscali lavoro dipendente 2014: ecco i nuovi scaglioni

La modificazione dell’art.13 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR) introduce un cambiamento nella strutturazione degli scaglioni. Come abbiamo visto, con l’eliminazione del comma 2, vengono eliminate le detrazioni fiscali aggiuntive. Vediamo i nuovi scaglioni per le detrazioni fiscali del lavoro dipendente 2014: 1) come già visto, le detrazioni fiscali per lavoro dipendente in caso di un reddito inferiore a 8.000 euro, passando a 1880 euro; 2) le detrazioni fiscali per lavoro dipendente in caso di un reddito compreso tra gli 8mila euro e i 28mila euro si calcola attraverso una formula complessa: attuale detrazione + [(28mila euro – reddito)/20mila], per redditi di 25mila euro, ad esempio, la detrazione è di 1113 euro; 3) le detrazioni fiscali per lavoro dipendente in caso di un reddito compreso tra 28mila e 55mila euro si calcolano attraverso una detrazione di 978 euro per la parte di reddito corrispondente al rapporto fra 55mila euro diminuito del reddito complessivo e 27mila euro, per un reddito di 30mila euro, ad esempio, la detrazione sarà di 905,55 euro