Federazione Sindacati Indipendenti

Lombardia, accertamenti da Corte Conti su inchiesta Maroni

Milano, – Faro accesso della Corte dei Conti della Lombardia su Roberto Maroni e sulle presunte pressioni che il governatore lombardo avrebbe effettuato sui vertici di Expo spa e Eupolis (societa’ di formazione e ricerca interamente controllata dal Pirellone) per far ottenere due contratti di lavoro a Maria Grazia Paturzo e Mara Carluccio, sue ex collaboratrici al Ministero dell’Interno.

La magistratura contabile intende effettuare tutta una serie di accertamenti per capire se a carico del numero uno del Pirellone si ipotizzabile anche un danno erariale. La vicenda e’ al centro di un inchiesta penale che per Maroni ipotizza i reati di induzione indebita e turbata liberta’ di scelta del contraente. E proprio oggi il pm titolare dell’inchiesta, Eugenio Fusco, ha ricevuto nel suo ufficio Alessandro Napoli, magistrato inquirente della Corte dei Conti della Lombardia.

Il colloquio tra i due e’ durato circa un paio d’ore ed e’ servito per per fare il punto aggiornato della situazione alla luce delle ultime novita’. Negli ultimi giorni, infatti, l’attivita’ di indagine ha subito un’accelerazione, con Fusco che ha sentito nel suo ufficio diversi testimoni come persone informate dai fatti. Risultato: proprio ieri l’elenco degli indagati si e’ allungato con il nome di Andrea Gibelli, segretario generale del Pirellone. Questo pomeriggio, invece, il magistrato milanese ha sentito nel suo ufficio Alessandro Colombo, dirigente di Eupolis.

fcz/sam/ASCA)