Federazione Sindacati Indipendenti

Gattico: Grando accusato di corruzione per la Maugeri „Gattico: Grando accusato di corruzione per la Maugeri“

Gattico: Grando accusato di corruzione per la Maugeri

Nel 2009 Umberto Maugeri e Costantino Passerino, ex presidente ed ex direttore amministrativo della Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia, avrebbero pagato una tangente a un consulente accreditato alla Regione Piemonte: Giorgio Grando. I tre uomini sono indagati per corruzione.

Grando è un volto noto della Sanità novarese, fu prima coordinatore amministrativo all’Asl 54 di Borgomanero e consulente all’ex 53 di Arona, poi Direttore generale dell’Asl No.

L’indagine è partita un anno fa con l’arrivo a Torino di un fascicolo dalla Procura di Milano che indagava sulle tangenti della fondazione destinate all’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni. In quel fascicolo c’erano le dichiarazioni rese da Passerino nell’interrogatorio del 2 ottobre 2012 nel quale ha rivelato il pagamento di 150 mila euro a favore di Grando per aver semplificato il processo d’accreditamento della struttura torinese Major: “Tra il 2007 e il 2008 era nostro interesse ottenere il riconoscimento della nostra struttura a Torino quale presidio pubblico. Abbiamo chiesto a lui un aiuto per l’istruttoria e il favorevole esito della pratica. Fu Grando a chiederci di eseguire il pagamento, estero su estero, che venne disposto solo quando fu completata con successo la pratica”.

I pm milanesi hanno scoperto che da una società di New York gestita dal direttore amministrativo e alimentata con fondi usciti dalla fondazione era partito l’ordine di un bonifico di 150 mila euro da un conto alla banca Pnb di Bellinzona a un conto alla Credit Suisse, sempre di Bellinzona, intestato a Grando.

Ricordiamo che nel giugno 2008 Grando era stato nominato consulente della Regione per supportare la direzione Sanità. Tra i suoi incarichi c’era quello di aiutare l’amministrazione e le aziende sanitarie a contrattare con le case di cura private.

novaratoday.it