Federazione Sindacati Indipendenti

Tubercolosi, nove milioni di nuovi casi nel 2013: 1,5 mln i decessi

Nove milioni di nuovi ammalati solo nel 2013, di cui 1,5 milioni morti. Sono questi i drammatici numeri sulla diffusione della tubercolosi nel mondo contenuti nel Global Tuberculosis Report 2014, diffuso dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Nel rapporto si sottolinea come la malattia sia più diffusa di quanto stimato finora. Non mancano però le buone notizie: 37 milioni di vite sono state salvate attraverso una diagnosi e un trattamento efficaci dal 2000 fino ad oggi. E anche il numero di nuove infezioni si è ridotto dell’1,5% l’anno a partire dal 1990.

Gli sforzi a livello nazionale e internazionale “ci hanno portato ad ottenere dati migliori e più ampi, così da comprendere meglio la vera diffusione della tubercolosi”, spiega Mario Ravaglione, direttore del Global TB Programme dell’Oms. Il rapporto conferma la Tbc come secondo killer nel gruppo delle malattie infettive.
Inoltre, 3 milioni di persone infette ogni anno sfuggono ai servizi sanitari, perché non diagnosticate. E per questo che, secondo gli esperti, per contrastare la malattia servono più fondi.

C’è poi il fenomeno delle forme multiresistenti ai farmaci, circa 480 mila nuovi casi solo nel 2013. Questi pazienti sono difficilissimi da trattare, ricorda l’Oms che segnala “severe epidemie” di Tbc multiresistente in alcune aree del pianeta, in particolare nell’Europa dell’Est e in Asia Centrale.

Palermomania.it