Federazione Sindacati Indipendenti

Ebola, Lorenzin: “In caso di contagio militari Usa non saranno curati a Vicenza”

“L’ospedale di Vicenza non si occuperà di un eventuale caso di contagio da Ebola di un militare americano rientrato dall’Africa, perché verrebbe portato negli Stati Uniti”. Lo ha dichiarato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin rispondendo al question time alla Camera sulla questione Ebola. Assicura: “Tutte le segnalazioni che abbiamo ricevuto sono state trattate in modo da rispettare i protocolli internazionali.

Anche il caso dei militari Usa a Vicenza ha rispettato questi parametri”. Solo casi sospetti fino ad ora, con esito negativo e poichè la base di Vicenza è extraterritoriale, in caso di eventuale contagio di uno dei militari ora in quarantena, il transito sarebbe “dalla base direttamente negli Usa”. Spiegando i controlli, le misure di prevenzione e formazione che sono in atto sottolinea che non c’è bisogno “di fare allarmismo” perchè ha aggiunto “siamo in continuo contatto con l’Oms e con i dicasteri di altri paesi come Stati Uniti, Francia e Inghilterra. Quello che chiediamo è un’informazione omogenea in Europa sulla diffusione del virus nei paesi africani e sui casi nelle altre nazioni”.

Il Ministro spiega poi che sono stati predisposti “team di screening e valutazione clinica che ci permettono di valutare le segnalazioni rispettando le direttive internazionali”. Secondo il ministro, per contenere l’epidemia, potrebbero esserci misure aggiuntive per i viaggiatori: ”Ho proposto un sistema di tracciatura dei movimenti e dei contatti di soggetti a rischio con la possibilità di geolocalizzare i viaggiatori internazionali che abbiano come meta paesi terzi rispetto all’aeroporto di entrata, come misura cautelativa supplementare rispetto agli screening sanitari in uscita dagli aeroporti locali”. Intanto dalla base Usaf di Aviano sono tranistati militari statunitensi provenienti dalla Liberia per poi proseguire in pullman per Vicenza.

Seguendo la procedura prevista, l’aereo è atterrato dapprima a Pratica di Mare, dove i controlli sanitari previsti hanno dato esito negativo.

rainews.it