Federazione Sindacati Indipendenti

Napoli, arresti domiciliari per una ventina di falsi invalidi

Una ventina di falsi invalidi sono finiti agli arresti domiciliari a Napoli. Sequestrati, inoltre, beni per 2,5 milioni di euro.

A eseguire le ordinanze di custodia cautelare, i carabinieri della Compagnia di Bagnoli su mandato della Procura partenopea. Gli indagati sono ritenuti responsabili di truffa ai danni di ente pubblico, contraffazione di certificazioni e falsità commessa da privati.

Secondo quanto accertato dai militari dell’Arma sarebbero stati falsificati verbali di accertamento d’invalidità dell’Asl e presentate dichiarazioni mendaci presso gli uffici dell’Inps, i cui funzionari, indotti in errore, avrebbero erogato pensioni di invalidità per un ammontare di 2,5 milioni di euro.

Tra le persone oggetto d’indagine anche un finto sordo-cieco e un falso paraplegico monitorati mentre svolgevano attività incompatibili con le presunte patologie. Contemporaneamente i carabinieri hanno eseguito, nei confronti degli indagati, un decreto di sequestro di beni per equivalente, pari alle somme percepite indebitamente.

romadailynews.it