Federazione Sindacati Indipendenti

il rimpasto della giunta della Lombardia avverrà nei tempi giusti

il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il giorno dopo la cena ad Arcore con Silvio Berlusconi, conferma che ci sarà un rimpasto, o “riassesto”, della giunta da lui guidata. “Non ci sarà alcun aumento del numero degli assessori, soprattutto in un momento di spending review non ha senso aumentare i costi. Il riassesto della giunta avverrà nei tempi giusti, per rispondere al cambiamento istituzionale in corso”, ha detto Maroni, a margine della presentazione del libro “La Terza Italia – Manifesto di un Paese che non si tira indietro” di Vincenzo Spadafora.

Riguardo ai cambiamenti istituzionali, Maroni ha ricordato che “entro fine anno si completerà il riordino della Province, ci sarà la legge di stabilità e l’entrata in vigore della Città metropolitana. Tutto questo parte da gennaio, quello è l’orizzonte che io vedo per farci trovare pronti, adeguando la Giunta alla nuova situazione che ci sarà sul territorio lombardo”.

“Dal primo di gennaio – ha ribadito Maroni – cambia il sistema istituzionale lombardo. Procederemo quindi nei tempi giusti, nei tempi necessari. Dal primo di gennaio ci sarà un nuovo sistema istituzionale, come cambierà lo sapremo da qui a fine anno. E quindi ci adegueremo al momento opportuno”. Infine, circa l’incontro conviviale di ieri sera con Berlusconi, il presidente Lombardo, ha parlato di “piena intesa. C’è un ottimo rapporto fra noi è tutte le questioni sono state affrontate e risolte. Abbiamo colto l’occasione – ha concluso – anche per fare qualche commento su quanto sta avvenendo a livello nazionale”.