Federazione Sindacati Indipendenti

Lombardia, al secondo rimpasto: turnover in Forza Italia, la Lega non cambia

MILANO,All’indomani del secondo rimpasto nella Giunta di centrodestra guidata in Regione Lombardia da Roberto Maroni, che ha acconsentito a una serie di avvicendamenti fra esponenti di Forza Italia, alle critiche di Ncd si aggiungono anche quelle di un altro alleato, Fratelli d’Italia.

“Due rimpasti in Regione in due anni non sono utili, appannano l’immagine del nostro lavoro – dichiara in una nota il capogruppo Riccardo De Corato -. Non va bene scaricare sulle istituzioni le questioni interne, sarebbe stato molto meglio risolverle definitivamente lo scorso anno, quando Ncd uscì dal Pdl e quindi cambiarono alcuni meccanismi della maggioranza”.

Secondo De Corato, Maroni avrebbe “cercato di frenare il più possibile le richieste dei partiti”, tanto che la Lega non ha fatto cambiamenti in questo secondo rimpasto, dopo quello di primavera. Ma negli stessi momenti, in un’altra nota, il capogruppo della Lista Maroni, Stefano Bruno Galli, a cui è iscritto lo stesso governatore, preferisce guardare avanti e congratularsi con le new entry in Giunta.

“Ben vengano due nuovi assessori come Sala e Sorte e due nuovi sottosegretari come Gallera e Fermi eletti dai cittadini – ha dichiarato Galli -, che hanno tutti un forte legame con il territorio di provenienza”. Tuttavia, ha aggiunto, occorre ora rispettare il programma elettorale: “Mettiamoci a lavorare seriamente e severamente per la realizzazione del programma e marciamo compatti e coesi sino al 2018”. (ANSA).