Federazione Sindacati Indipendenti

Lorenzin: “La lotta ai batteri killer? Per l’Italia è una priorità”

“La lotta ai batteri killer? Per l’Italia è una priorità”. All’indomani dell’allarme inglese il ministro della Salute Beatrice Lorenzin assicura che il nostro Paese è in prima linea.

In occasione della conferenza stampa che si è tenuta al ministero, per giornata mondiale della salute 2015 dedicata alla sicurezza alimentare, il ministro Lorenzin ha voluto raccogliere l’appello lanciato in Inghilterra contro la proliferazione di batteri sempre più resistenti agli antibiotici, che minacciano il futuro con morti e malattie in tutto il mondo. “Il tema della resistenza agli antibiotici è affrontato da noi come primo punto, assieme ai vaccini. È un problema mondiale, uno di quelli su cui tutti i Governi devono intervenire e sono contenta che oggi se ne parli”, ha spiegato il ministro della Salute.

“Non abusare di antibiotici – ha aggiunto – è un problema culturale, si capisca che vanno presi solo quando li prescrive il medico. Poi c’è la parte degli animali: noi abbiamo controlli molto severi, che registrano quelli somministrati negli allevamenti. Dal momento in cui l’antibiotico viene somministrato agli animali, fino al momento in cui la carne viene macellata, passa un tempo che permette agli antibiotici di essere smaltiti”.

In quest’ottica per Beatrice Lorenzin l’Expo è “l’occasione per confrontarsi con gli altri Paesi, ma non solo su come nutrirlo il pianeta ma su come nutrirlo bene. La prevenzione comincia a tavola. La dieta, quella mediterranea, è diventata patrimonio mondiale di tutti. Bisogna, ad esempio, ridurre il consumo dei farmaci: l’obiettivo è quello di rimanere in salute il più possibile, e la sfida non è solo curare le persone ma non farle ammalare. La sicurezza e la salute degli animali e la sicurezza e la salute delle persone, sono due aspetti che devono andare insieme”. A Boston intanto arrivano nuove speranze da un superantibiotico.

farmacia.it