Federazione Sindacati Indipendenti

L’Azienda Ospedaliera di Verona vince a Milano il Premio Innovazione Digitale in Sanità 2015

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona ha vinto il Premio Innovazione Digitale in Sanità 2015 per il progetto sviluppato grazie alla collaborazione con Dcare del Gruppo Dedalus di un modulo di gestione dei magazzini come parte di una piattaforma di warehouse management system e identificazione mobile, che consente di tracciare le merci nelle diverse fasi. Oltre ad uno snellimento delle attività per gli operatori, la soluzione ha consentito una gestione ottimizzata del magazzino, diminuendo le scorte e gli scaduti, la possibilità tracciare le movimentazioni ai carrelli e alle 32 sale operatorie, monitorando in modo preciso il flusso di magazzino e consentendo indagini sui consumi effettivi di materiale in sala operatoria.

Il Premio Innovazione Digitale in Sanità 2015 del Politecnico di Milano è il riconoscimento dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità, che punta a creare occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti della Sanità Italiana per capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento, assegnato ieri sera al Politecnico di Milano in occasione del convegno “Innovazione Digitale in Sanità: dai patti ai fatti”. A seguito delle valutazioni di una giuria qualificata, il riconoscimento è stato consegnato alle aziende sanitarie che si sono più distinte in innovazione in ambito sanitario.

Nell’edizione 2015, hanno ritirato il Premio l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, l’IRCCS Istituto Clinico Humanitas, la Fondazione Poliambulanza di Brescia, L’Azienda Sanitaria di Firenze e la Cooperativa Medici Milano Centro (CMMC), mentre l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi ha ottenuto il riconoscimento della Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO). Cinque menzioni particolari sono andate anche all’Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord, all’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova, all’Azienda Sanitaria Ospedaliera S.Croce e Carle di Cuneo, all’Azienda Provinciale Servizi Sanitari di Trento e al Ministero della Difesa.

“I progetti premiati rappresentano esperienze di eccellenza di innovazione digitale nei diversi ambiti della Sanità italiana – spiega Chiara Sgarbossa, Responsabile della ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità – con particolare riferimento alle strutture sanitarie italiane, che spesso non conoscono a pieno i benefici derivanti dall’adozione di moderne tecnologie digitali come leva per migliorare i processi e l’organizzazione. Il nostro obiettivo è quello di dare visibilità alle migliori esperienze in Italia e di generare un meccanismo virtuoso di condivisione delle buone pratiche”.

veronasera.it