Federazione Sindacati Indipendenti

Pronto soccorso, in piazza i medici siciliani

Nella settimana nazionale del Pronto Soccorso, i medici che si occupano di emergenza e urgenza sono scesi in piazza per spiegare il significato e il valore del loro lavoro. Si è parlato anche del futuro del Piemonte. Pronto soccorso, in piazza i medici siciliani
Un banale taglio o un malore grave. Un mal di testa o le conseguenze di un incidente. Un forte dolore o un semplice fastidio. Loro sono sempre li, pronti a intervenire e in certi casi a salvare vite umane.

I medici del pronto soccorso sono i primi a visitare e curare i pazienti che arrivano negli ospedali. Con patologie ed esigenze sempre diverse sulle quali loro sono chiamati a intervenire.

Nella settimana nazionale del pronto soccorso, i medici della Società italiana medicina di emergenza e urgenza, in collaborazione con il Tribunale per i diritti del malato e Cittadinanza attiva, hanno deciso di scendere in piazza per una giornata di incontri con i cittadini.

L’obiettivo era far capire quanto importante sia il lavoro che svolgono ogni giorno in un momento in cui la situazione dei pronto soccorso messinesi è estremamente delicata.

La situazione più complessa è indubbiamente quella del Piemonte. L’accordo con il neurolesi garantirà un futuro alla struttura, ma porterà a una inevitabile trasformazione del pronto soccorso.

Maurizio Licordari
gazzettadelsud.it