Federazione Sindacati Indipendenti

Il caso del medico italiano sospeso dal servizio perché parla male l’inglese

Alessandro Teppa è un medico bresciano di 45 anni che ha conseguito l’abilitazione alla fine degli anni 90′, e che ha deciso di perfezionare la propria carriera andando a lavorare in Inghilterra. L’urologo 45enne, che è diventato un vero e proprio luminare nel suo campo, la cui professionalità è stimata da tutti, colleghi e pazienti, ha lavorato al Royal Bournemouth Hospital di Dorset e all’Hallamshire di Sheffield.

Tuttavia nonostante le sue competenze dimostrate in tanti anni di professione, un tribunale del Regno Unito ha deciso di sospenderlo dal servizio per 9 mesi a causa delle sue difficoltà nell’esprimersi in lingua inglese in quanto ciò potrebbe rappresentare un rischio significativo per la salute dei pazienti. A proposito di questa vicenda così si è espresso lo stesso Teppa: “Non so se tornerò a lavorare in Inghilterra ma raggiungerò il livello necessario per tornare a farlo: lo farò per orgoglio personale“.

news24web.it