Federazione Sindacati Indipendenti

IL PIANO DI PREVENZIONE SANITA’, RIPRESENTATO CON MODIFICHE DOPO L’AUDIZIONE IN COMMISSIONE DELLE PARTI SOCIALI E DI FSI, UNICO SINDACATO PRESENTE IN AULA

 

Lunedì 9 scorso la Federazione Sindacati Indipendenti si è presentata puntuale all’incontro con la 3a Commissione in Consiglio regionale a Trieste. Ad onor del vero si pensava di incontrare una più che nutrita compagine di sindacalisti e chissà quanti rappresentanti delle parti sociali. Non è così! Del tutto assenti gli storici sindacati (se non fosse per una unica rappresentante dei pensionati) e limitata a tre componenti quella in rappresentanza dei cittadini.

L’intervento, ben articolato della Segreteria regionale FSI, mirava tra l’altro a sottolineare l’importanza di verificare costantemente i fondi destinati all’impianto per il rischio di partire e trovarsi senza la necessaria economia per il proseguo; le altre necessità rilevate, una maggiore integrazione tra operatori del dipartimento prevenzione e quello dei distretti; l’importanza di effettuare screening odontoiatrici infantili; la reale necessità di individuare un coordinamento tra i vari enti interessati. Particolarmente però FSI ha posto l’attenzione ai Consiglieri presenti e all’Assessore Telesca sulla necessità sia sempre più valorizzato il ruolo di tutte le professioni sanitarie.

Ecco che appare quindi gratificante che i suggerimenti forniti siano serviti per l’inserimento di alcune modifiche al testo frutto proprio delle osservazioni avanzate dalla Federazione e che vedono quindi la nostra organizzazione sempre presente nell’attenta lettura delle disposizioni e nella meticolosità di cogliere le lacune delle norme e le necessità di appropriate modifiche.

Pur assicurando l’assessore Telesca che le osservazioni saranno tenute in debito conto, FSI è e sarà sempre presente nella verifica ed attuazione delle promesse fatte dalle Istituzioni tutte.

Udine 13 novembre 2015, Dario Nordio

hfhf

Bruna Melchior e Dario Nordio