Federazione Sindacati Indipendenti

Ospedali e Asl, i nuovi capi da Milano

PAVIA. Due milanesi ai vertici della sanità pavese. All’Azienda ospedaliera _ che gestisce gli ospedali di Broni-Stradella, Varzi, Voghera, Vigevano, Mortara, Casorate Primo, Mede _ arriva Michele Brait, classe 1966. L’ex tesoriere di Forza Italia, già direttore amministrativo al Fatebenefratelli prenderà il posto di Daniela Troiano, bocciata al test regionale. Succederà invece ad Alessandro Mauri, direttore generale dell’Asl di Pavia in età da pensione Anna Pavan (Ncd), numero 2 del policlinico di Milano, direttore generale di nuova nomina. Laureata a Pavia, Pavan ha 57 anni.

Pasquale Pellino, direttore sanitario del San Matteo è uno dei nuovi nominati: prende il posto di Pietro Caltagirone (ex direttore generale del San Matteo, bocciato al test) a Vimercate. Il direttore generale uscente del San Matteo, Angelo Cordone torna a Melegnano a fare il direttore sanitario.
Sul futuro del San Matteo, invece, è ancora nebbia: le nomine dei vertici degli Istituti di ricerca e cura a carattere scientifico sono previste nella giunta di martedì, ma sul policlinico pavese aleggia lo spettro di un possibile commissariamento.

Con l’inizio dell’2016 si attuerà la nuova riforma sanitaria, quella degli accorpamenti. E nella spartizione degli incarichi alla Lega vanno l’Ospedale del bambino (Sacco, Fatebenefratelli, Macedonio Melloni e Buzzi) con Alessandro Visconti, ex direttore del Buzzi e attualmente dirigente all’assessorato al Bilancio in Regione, nuobo direttore generale. Forza Italia avrà la guida dell’Ats (agenzia di tutela della salute) di Milano ( che accorpa le vecchie Asl di Milano, Milano 1, Milano 2 e Lodi) con Marco Bosio, ex a Desio Vimercate e attualmente al Gemelli di Roma. A Melegnano andrà Mario Alparone, già direttore amministrativo dell’Asl di Monza e Brianza e fratello del sindaco di Paderno Dugnano (nuova nomina). Il Gaetano Pini va a Francesco Laurelli (nuovo) e l’ospedale di Rho (ex Ao Garbagnate) a Ida Ramponi, l’Ats della Montagna (Sondrio e Val Camonica) sarà guidata da Maria Beatrice Stasi (Ao Valtellina). Alla Lega va l’Asst Nord Milano con Fulvio Odinolfi del Buzzi, Massimo Lombardo (nuovo) guiderà l’Asst Ovest Milanese, vecchia Ao di Legnano. Al nuovo polo San Carlo – San Paolo arriva Marco Salmoiraghi (Fi, nuova nomina).

Confermati i promossi nal supertest: Enzo Belleri ai Civili di Brescia, Carmelo Scarcella all’Ats di Brescia, Carlo Nicora al Papa Giovanni XXIII, Mara Azzi all’Ats di Bergamo, Paola Lattuada all’Ats Insubria (ex di Varese). All’Asst Sette Laghi (ex Ao di Varese) confermato Callisto Bravi, alla Lariana (ex Como) confermato Marco Onofri,. Cambio all’Ats di Monza e Brianza, arriva Massimo Giupponi (nuovo) al posto di Matteo Stocco che va all’Asst Monza (ex San Gerardo). Mauro Borrelli all’Ats di Cremona e Mantova sarà sostituito da Lorenzo Ardissone (nuovo) e andrà all’Asst Franciacorta (ex azienda ospedaliera di Chiari). Confermato alla guida dell’Asst di Mantova (ex Ao) Luca Stucchi, a Crema Luigi Ablondi. Alberto Zoli confermato all’Areu e Alberto Guglielmo resterà al Besta, Marco Trivelli al Niguarda, Giuseppe Rossi all’Ao di Lodi. Tra le nuove nomine: Asst Valle Olona (ex Ao Busto e Gallarate) Giuseppe Brazzoli, a Bergamo Ovest (ex Ao Treviglio Caravaggio) Elisabetta Fabbrini, a Bergamo Est (ex Ao Seriate)

Francesco Locati, all’Asst Garda (Ao Desenzano) Peter Assembergs, Camillo Rossi a Cremona Raffaello Stradoni in Valcamonica. A Lecco arriva Stefano Manfredi (nuovo) al posto di Giuseppina Panizzoli, che dirigerà l’Asst Valtellina e Alto Lario.

anna_ghezzi
laprovinciapavese.gelocal.it