Federazione Sindacati Indipendenti

Sanità Lombardia, in arrivo 146 milioni per gli ospedali

La Regione Lombardia ha ottenuto il via libera da parte del Governo per 146 milioni di euro destinati ad una serie di interventi strutturali ed impiantistici in un gruppo di ospedali di Milano, Brescia, Pavia e Varese. Lo ha annunciato il presidente regionale Roberto Maroni nel corso di una visita a Varese.
Il pacchetto di opere predisposte dalla società regionale ‘Infrastrutture Lombarde’ con le aziende ospedaliere interessate, è stato approvato dal ministero della Sanità e ammesso al finanziamento pubblico.

OSPEDALI IN LOMBARDIA: GLI INVESTIMENTI

Ecco come sono ripartiti gli investimenti: nei presidi ‘Del Ponte’ e di Circolo di Varese arriveranno complessivamente 16 milioni destinati all’acquisto di nuovi macchinari: 9 milioni nel primo e 7 nel secondo. Circa 45 milioni sono in programma per gli Spedali Civili di Brescia dove sarà realizzata una palazzina destinata al poliambulatorio per pazienti adulti e pediatrici; 40 milioni andranno invece al Buzzi di Milano per la costruzione di un nuovo edificio che ospiterà, tra l’altro, 5 moderne sale operatorie e 21 letti di terapia intensiva neonatale, oltre al nuovo Pronto soccorso; 31 milioni sono attesi al San Matteo di Pavia per il polo onco-ematologicoed un nuovo edificio che ospiterà la radioterapia; 13 milioni infine all’ospedale Sacco di Milano per adeguamenti strutturali e degli impianti. L’intera operazione garantirà una rete ospedaliera più moderna ed efficiente.

E sempre sul fronte del buon funzionamento delle strutture assistenziali, nei giorni scorsi, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha inoltre lanciato l’”Operazione Salvezza” per tenere aperti alcuni punti nascita che funzionano bene e operano in zone distanti dai grandi ospedali. La Regione chiederà infatti al Ministero della Salute la deroga per scongiurare la chiusura dei punti nascita di Sondalo e Chiavenna, messi a rischio dal numero minimo di parti annuali, fissato dallo stesso Ministero a 500. Per i due presidi, si evidenzierà lo status di area disagiata.

bussolasanita.it