Federazione Sindacati Indipendenti

Lombardia: riforma sanita’ riparte da salute mentale e veterinari

Milano,- Salute mentale e veterinaria saranno i primi temi affrontati nella seconda parte della riforma sociosanitaria di Regione Lombardia. La commissione sanita’ ha infatti votato a maggioranza per lo stralcio degli altri argomenti che faranno parte di un successivo progetto di legge.

“L’obiettivo – ha spiegato il relatore e vice Presidente della Commissione, Angelo Capelli – e’ quello di ottimizzare i tempi e accelerare il completamento dell’intera riforma della sanita’ lombarda anche per quanto concerne i suoi contenuti principali: E’ nostra intenzione approvare entro fine aprile le nuove parti che riguardano la salute mentale e la veterinaria, per dedicarci poi agli altri temi: il ruolo delle farmacie, i rapporti con le Universita’, la cura del diabete, le malattie rare e i servizi necrofori”.

A votare a favore dello stralcio sono stati i rappresentanti dei gruppi Lega Nord, Lista Maroni, Forza Italia, NCD e Fratelli d’Italia; contrari Patto Civico e M5 Stelle, mentre non hanno preso parte al voto i Consiglieri del Partito Democratico, che hanno lamentato una formulazione secondo loro non corretta dell’emendamento di stralcio. Le minoranze hanno sottolineato come la procedura adottata preveda un forte spezzettamento della legge e un percorso a strappi, con il rischio di perdere di vista l’organicita’ complessiva della riforma. Capelli ha fissato per lunedi’ 4 aprile il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti sul testo inerente la salute mentale, che saranno poi discussi nella seduta del 6 aprile: mercoledi’ 30 marzo si riunira’ il gruppo di lavoro per proseguire il confronto sul tema della sanita’ pubblica veterinaria. (AGI)
Mi5/Car