Federazione Sindacati Indipendenti

Confermati i nuovi organi di Governo del Sindacato FSI e il contestuale deferimento dell’Associato Bonazzi al Collegio dei probiviri per le gravi violazioni statutarie

Cari Amici,

In data 23 Marzo 2016 si è svolto il Consiglio Nazionale di Federazione con una partecipazione tale da superare abbondantemente anche i numeri dei partecipanti alla riunione informale del 18 Marzo.

I lavori si sono aperti osservando un minuto di silenzio per le vittime degli attentati a Bruxelles.

Successivamente, approvato l’ordine del giorno, il Consiglio è stato relazionato sui fatti accaduti dal 22 Febbraio al 22 Marzo ’16.
Sono stati illustrati i comportamenti dittatoriali e irragionevoli del sedicente ex Segretario Generale, illustrando tutte le violazioni statutarie commesse e le continue minacce proferite da Lui e dal Suo Gregario per impedire la partecipazione democratica al Consiglio Nazionale.

Sono stati illustrati i dati dei bilanci approvati negli anni precedenti, analizzando le incongruenze tra quello approvato e la reale consistenza economica che giaceva su conti correnti tenuti nascosti alla Segreteria Generale. Comportamento grave e censurato dal Consiglio Nazionale.

Il Consiglio non solo ha approvato all’unanimità il nuovo organo di Governo del Sindacato guidato dal Commissario Generale pro-tempore sig.r Dario Cagnazzo, ma anche tutti gli atti deliberativi assunti dallo stesso e dalla Segreteria.

I lavori sono continuati con le modifiche statutarie degli articoli 7 -17 -18 – 20 -25 -28 -31 -32 – 33, a breve vi invieremo copia del nuovo statuto, con la comunicazione che le segreterie Territoriali dovranno inviare alle singole Aziende per la raccolta dei contributi che non è più centralizzata ma sarà locale. E’ stato anche deliberato anche un ulteriore fondo per le Segreterie Regionali che saranno finanziate dalla Federazione Nazionale.

E’ stato approvato il piano di riforme del nostro sindacato di cui vi invieremo a breve copia, ed è stata costituita una commissione per la preparazione del nuovo statuto su base democratica affinché quello che stiamo vivendo oggi non possa più accadere.

I lavori sono continuati con l’approvazione sia della data del Congresso Nazionale che si terrà a Giugno che del regolamento Congressuale, sarà inviata a breve una apposita circolare a tutte le strutture territoriali.

Sono stati inoltre eletti i componenti del Consiglio dei Probiviri come previsto dall’articolo 13 dello statuto nominando cinque membri effettivi e tre supplenti.

Il Consiglio all’unanimità ha deliberato anche il deferimento dell’associato Adamo Bonazzi al collegio dei probiviri per le gravi violazioni illustrate, tra cui la non corretta rendicontazione delle risorse economiche nonché l’apertura di conti correnti segreti tenuti nascosti alla Segreteria Generale.

La Presidenza e il Consiglio Tutto, Augura la ricomposizione del sindacato per la sua stessa sopravvivenza, precisando che contrariamente ad altri, noi non consideriamo nemici i partecipanti alla riunione del 18 Marzo, anzi, li consideriamo Amici che purtroppo non hanno avuto la possibilità di avere un confronto democratico tra le parti.

Immediatamente dopo il consiglio ci siamo attivati presso tutte le istituzioni per chiarire finalmente le vicende interne che il sindacato sta attraversando, accreditando il reale organo di governo.

La Presidenza informa il Consiglio di aver depositato in data 23 Marzo 2016 una querela denuncia alla Questura di Roma sita in via Asia 32, contro il sedicente Bonazzi Adamo per le gravi violazioni contestategli.

Ultima nota, non possiamo che deplorare anche una volta il comportamento assunto da alcuni Dirigenti e dall’associato Bonazzi che con l’ultimo comunicato inviato agli Associati, non solo danneggia l’immagine stessa del sindacato, ma continua con meschine minacce che non può assolutamente mantenere in quanto non ha alcuna titolarità nella gestione del Sindacato e sui conti correnti.

Per quanto riguarda i distacchi sindacali offerti, ci preme sottolineare che non ci sono distacchi disponibili in quanto tutti impegnati, e che qualora qualcuno possa ritenere di fruirne su concessione dell’associato Bonazzi è giusto chiarire che non saranno retribuiti.

Il Commissario Generale pro-tempore
Dario Luigi Cagnazzo