Federazione Sindacati Indipendenti

Medici di famiglia nuovi orari, studi aperti 7 giorni su 7 e dalle 8 alle 24

Nuovi orari per i medici di famiglia che molto presto avranno aperti i propri studi 7 giorni su 7 per 16 ore al giorno al fine di garantire ai propri pazienti anche un pronto soccorso per le piccole emergenze. Il nuovo orario entrerà in funzione a breve e vedrà la formazione di maxi ambulatori.

Anche per i pediatri gli orari dei propri studi saranno differenti con aperture che avverranno 5 giorni alla settimana con orari prolungati. L’intenzione è quella di rendere i pronto soccorsi meno affogati di lavoro.

Una rivoluzione che interesserà milioni di italiani quella del servizio sanitario che prevede l’apertura degli studi medici per 16 ore al giorno.

I nuovi orari dei medici di base entreranno in vigore a brevissimo e sono frutto dell’approvazione dell’Atto di indirizzo per il rinnovo della convenzione di medicina generale. Gli studi medici, che diventeranno dei veri e propri ambulatori, saranno aperti 16 ore al giorno dalle ore 8.00 alle ore 24,00 tutti i giorni. Anche i pediatri avranno orari di servizio molto più lunghi rispetto ad ora. Gli studi dei pediatri in tutto il territorio italiano saranno aperti dalle ore 8,00 alle ore 20,00 cinque giorni alla settimana.

Lo scopo della nuova convenzione firmata da tutti i sindacati dei medici generici è quello di assicurare che i pronto soccorso siano meno intasati rispetto ad ora e possano avere, dunque, un servizio molto più efficiente rispetto a quello fino ad ora garantito.

Un’altra rivoluzione riguarderà il ticket. Il pagamento del ticket potrà avvenire direttamente presso gli stessi studi medici senza dover effettuare code chilometriche presso gli ospedali.

I nuovi orari entreranno pian piano in vigore. Gli studi medici dovranno organizzarsi con le turnazioni al loro interno per garantire il servizio per 16 ore. I medici copriranno due fasce orarie, quelle dalle ore 8 alle 10 e dalle 14 alle 16.

Fino ad ora, proprio questa fascia oraria “scoperta” era quella di maggior affluenza da parte dei pazienti dei pronto soccorsI.

Da questo momento in poi, invece, i pronto soccorsi si occuperanno solo dei casi ritenuti di estrema urgenza.

Giacomo Milillo, uno dei massimi dirigenti dell’importante sindacato dei medici generici della Fimmg, ha così commentato la rivoluzione del cambio di orario degli ambulatori: “Staffetta che consente di avere più medici disponibili nell’arco della giornata, andando a coprire anche fasce orarie come quelle delle 8 alle 10 del mattino o del primo pomeriggio, dalle 14 alle 16, oggi meno coperte. E che generano così intasamenti nei pronto soccorsi a discapito di chi ha una vera emergenza”.

I nuovi orari dei medici di base determineranno la nascita di nuove maxi strutture dove vi sarà la turnazione dei medici generici e dove sarà possibile sottoporsi ad alcune analisi mediche.

Giacomo Milillo ha anche detto che: “Dopo sei anni di blocco della convenzione. Aggiustamenti saranno necessari ma il giudizio è positivo. Fermo restando che vigileremo sul rispetto dei livelli occupazionali”.

baritalianews.it