Federazione Sindacati Indipendenti

Pisa ancora un nuovo caso di meningite, donna è in coma farmacologico

L’assessore alla sanità della regione Toscana Stefania Saccardi ha parlato in generale della meningite in Toscana ed in particolare delle indagini che si stanno compiendo per individuare i soggetti portatori sani della pericolosa malattia: “La struttura responsabile per il coordinamento delle indagini epidemiologiche sui casi di meningite è l’Agenzia regionale di Sanità che si avvale del proprio personale e di una unità di personale appositamente formato. I laboratori che eseguono le indagini e la conferma sui campioni biologici sono quello di microbiologia, virologia e sierologia di Careggi, di immunologia del Meyer e il dipartimento di malattie infettive dell’istituto superiore di sanità”.

La Toscana sembra una regione sotto assedio. Dall’inizio dell’anno sono 22 i casi accertati di meningite nella regione e l’epidemia non accenna a rallentare. La regione e le Asl hanno organizzato un piano straordinario di vaccinazioni che sta riguardando varie province delle Toscana.

Ma i casi di meningite non cessano, anzi un nuovo caso è stato registrato a Pisa. Una donna di 70 anni, è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Pisa, dove, dopo vari accertamenti, le è stata diagnosticata un meningococco di tipo C.

Secondo le ultime notizie la donna sarebbe in gravissime condizioni di salute, i medici hanno riferito che la paziente è in coma farmacologico perché la meningite si sarebbe evoluta, con il passare delle ore, in Sepsi. Dei 22 casi di meningite registrati in Toscana 17 sono quelli ritenuti dai medici più pericolosi del tipo di meningococco di tipo C. Dei restanti 5 casi rimanenti 3 sono del tipo B, uno invece del tipo W e l’ultimo non è assoggettabile a nessuno dei ceppi accertati in precedenza.

L’Asl di Pisa, subito dopo la notizia che la paziente è stata colpita dalla pericolosissima meningococco di tico C, ha disposto la profilassi per i parenti e per le persone più strette.

L’Asl ha predisposto un numero verde al quale è possibile chiamare nel caso si è entrati in contatto con la donna colpita da meningite. Il numero verde è il seguente: (0587-273111).

Anche la regione Toscana ha rinnovato l’appello ai cittadini di sottoporsi al vaccino al più presto per evitare che l’epidemia si propaghi sempre più e possa determinare nuove vittime.

I dirigenti della regione Toscana hanno reso noto che sono stati centinaia di migliaia le dosi di vaccino antimeningite che sono stati distribuiti presso le guardie mediche e i medici di famiglia.

La regione ha anche annunciato che in questi ultimi giorni si sta continuando l’analisi epidemiologica per scoprire se ci sono portatori sani di meningite.

Le indagini riguardano soprattutto le zone di Empoli, provincia in cui sono stati registrati 5 casi, di Firenze dove sono stati accertati 4 casi e di Siena e Grosseto.

baritalianews.it