Federazione Sindacati Indipendenti

Lite sfociata in aggressione violenta. Accoltellato medico al policlinico di Palermo

Palermo: al Policlinico Paolo Giaccone la lite tra un ortopedico e un addetto alle pulizie sfocia nella violenza più assoluta. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’addetto alle pulizie, dopo essere stato aggredito da due sconosciuti secondo lui inviati dal medico, ha aspettato la sua vittima, il dottor Massimo Ferruzza, all’ingresso del reparto, lo ha minacciato e dopo averlo rincorso lo ha accoltellato ferendolo alla mano. Nell’accorgersi di quanto stava accadendo, il segretario del reparto di Ortopedia, Pietro D’annunzio, ha raggiunto i due sferrandosi contro l’aggressore e restando egli stesso ferito. All’arrivo della polizia l’aggressore è stato arrestato.

La lite è stata il confluire di passati malumori
Ad aggiungere dettagli all’episodio è stato proprio il primario Massimo D’Arienzo. In un’intervista telefonica ha spiegato che già tra i due non correva buon sangue da tempo. Sembrerebbe che l’ortopedico abbia trovato qualche tempo fa il dipendente della ditta di pulizie sdraiato su di un lettino in sala medici, proprio durante le ore di servizio. Ma non è tutto: la mattina dell’aggressione, l’addetto alle pulizie era stato nell’ufficio del primario per denunciare quanto accaduto poche ore prima. Secondo ciò che racconta era stato violentemente aggredito da due sconosciuti secondo lui inviati proprio dal medico. Da ciò il tentativo di farsi giustizia da solo. Armato di coltello ha aspettato l’ortopedico davanti al reparto. Quest’ultimo nella fuga in corsia è caduto lussandosi la spalla e l’aggressore lo ha raggiunto e ferito alla mano col coltello. Le ferite riportate da Ferruzza e D’Annunzio non sarebbero gravi.

milanosanita.it