Federazione Sindacati Indipendenti

Un’altra dura sconfitta per l’ex segretario Bonazzi, rigettata la richiesta di inibire Cagnazzo

Un’altra dura sconfitta per l’ex segretario bonazzi,
Rigettata la richiesta di inibire cagnazzo e i segretari nazionali

Cari Amici,

Vi informo che in data 25 Luglio 2016 il Tribunale di Roma Sezione III civile nella persona del Presidente dottor Cardinali ha emesso il provvedimento con il quale è stato dichiarato inammissibile il ricorso promosso dal Bonazzi, che aveva richiesto l’emanazione di un ordine di inibitoria al Segretario Generale Dario Luigi Cagnazzo e agli altri segretari nazionali dei loghi, dei segni e dei simboli del sindacato, sul presupposto che fosse lui il legale rappresentante della Associazione.

Questa sentenza, assieme a quella del tribunale di Monza, non fa altro che rafforzare sempre di più il nostro Segretario Generale Cagnazzo che sta conducendo una grande battaglia di democrazia e di legittimità all’interno del nostro sindacato.

Spiace leggere i proclami trionfalistici dell’ex segretario generale, per aver visto rigettato il suo ricorso e condannato alle spese, il quale dimostra sempre di più di essere completamente scollegato dalla realtà, ma come il più abile dei mistificatori, racconta una realtà parallela che non esiste, affinché possa rafforzare il suo ego e i suoi seguaci.

Ma la realtà è ben diversa, il ricorso che aveva presentato per cacciare Cagnazzo e i Segretari Nazionali è stato rigettato. Il falso Leader ha perso, perso, perso, perso.

Si possono riempire pagine di parole ma una sconfitta è una sconfitta, ma ci vuole onore e dignità per ammetterlo, purtroppo la carenza cronica di tali caratteristiche nella sua personalità gli impedisce di vedere le cose come stanno.

Noi vogliamo una FSI unita e forte, e speriamo che tutti gli amici che fino a ieri credevano in buona fede alle mistificazioni del Bonazzi oggi possano ricredersi per affrontare le nuove sfide che il mondo del lavoro ci riserva.

Ci sono tutti i presupposti, per ricominciare come FSI, con uno statuto che garantisca tutti in una FSI Democratica.

Roma, 28 luglio 2016

W LA NOSTRA FSI

_pdf_ico

sentenza_700_respinto

comunicato_stampa_rigettato_700