Federazione Sindacati Indipendenti

Il rientro al lavoro dei disintossicati digitali e un cv nuovo per Marissa

Eravamo rimasti allo stakanovismo meticoloso di Marissa Mayer che, ai primi di agosto, raccontava la sua settimana lavorativa di 130 ore – tempo-doccia cronometrato al secondo e pause tecniche alla ladies’ room “schedulate”in agenda; in cucina, biblioteche di ricettari e gli ingredienti per fare i cupcake gestiti a uno a uno su fogli Excel – a un attonito collega di Business Week. Il primo di una serie sterminata di commentatori professionali e social, scatenati e in grande maggioranza severissimi nel giudizio sui ritmi di lavoro totalizzanti e autoinflitti della amministratrice delegata di Yahoo.

Con i più sarcastici che facevano osservazioni salaci sui risultati non brillanti della sua gestione della società. Passata di mano poco prima dell’intervista, e l’operosa amministratrice delegata – già “chiacchierata” per aver cancellato lo smart working per i dipendenti – che starebbe preparandosi a lasciare vuoto l’ufficio al top. O anche no, non prima, almeno, di aver concordato e pattuito una cospicua buonuscita.

lucyE siamo a oggi: in quello che, almeno in Europa, per tacita convenzione è considerato il vero primo giorno del nuovo anno, la decana di tutti gli autori di articoli e blog di lavoro & management Lucy Kellaway del Financial Times non manca l’appuntamento con la ripresa. Lo fa dedicando il pezzo sul rientro che tutti ci aspettiamo – ne ricordo uno bellissimo sul potere magico di una penna nuova per ricominciare, da scegliere come si faceva da bambini con il corredo per la scuola – ai disintossicati digitali.

Ovvero a coloro che all’inizio delle vacanze si sono riproposti di affrancarsi dalla schiavitù dello smartphone aziendale e, in paticolare , dal controllo compulsivo delle email di lavoro. E ci sono pure riusciti.

Anche su Job24 avevamo dedicato al tema del digital detox l’ultimo articolo pre-pausa agostana, con dati e trend, in particolare sulla lettura delle email in vacanza. Perchè di tendenza si tratta, scrive la Lucy: non mollare mai l’apparecchio di servizio nemmeno in spiaggia o digitare forsennatamente messaggi di lavoro da bordo piscina (per contestualizzare la scena all’Italia aggiungerei : recitare il copione del manager superstrategico sbraitando a volume altissimo a beneficio dei bagnanti vicini e lontani) non è più un carattere distintivo dei vincenti come una volta. E’ una patente da inaffidabili disorganizzati. Insomma da sfigati.

Il linguaggio di Kellaway è più british, ovviamente, ma il senso è questo: nell’estate del 2016, non staccare mai dalla casella aziendale è la prova dell’insuccesso gestionale. Dell’incapacità a delegare, di un time management da bocciatura. Al contrario, chi si ritaglia un periodo di vacanze e se le gode tutte senza interferenze è il ritratto – molto cool e contemporaneo – del professionista in pieno controllo: dei gadget digitali, del suo lavoro e del suo tempo.

In fondo, assicura la columnist del FT, in tutto questo non c’è niente di eroico : “stiamo solo marissa%20mayer%20resumeseguendo una moda”. Per chi si si è astenuto dal leggere e rispondere alle email c’è pure il premio di un ritorno più dolce. L’immersione a tuffo carpiato nella corrente delle attività ha un che di eccitante; come pure ha l’effetto tonificante di un bonus il gesto di cancellare e archiviare come “non letto” la quasi totalità dei messaggi invecchiati senza mai essere aperti. Sic dixit Lucy al ritorno dalle ferie.

Tornando a Marissa, non sappiamo cosa abbia fatto in vacanza e se ci sia andata. Mentre tutti noi eravamo via, però, il sito di Business Insider versione britannica si è divertito a farle riscrivere il curriculum vitae da una start up specializzata in assistenza ai candidati. Eccolo qui, cliccandoci su si apre. Profilo professionale : “Business woman e proud geek”. La presentazione è notevole, non c’è che dire, ma con qualche punto debole che la svantaggia. Per esempio, la gestione del tempo, dice Business Insider calatosi nei panni del selezionatore. E la pignoleria. Gente delle Hr, andate alla sezione “A day in life” : oggi come oggi, letta Lucy Kellaway, voi la assumereste una così?

jobtalk.blog.ilsole24ore.com