Federazione Sindacati Indipendenti

Lavori temporanei: quando e come fare la denuncia DNL all’INAIL

Il datore di lavoro deve inoltrare telematicamente all’INAIL la denuncia dei lavori di carattere temporaneo entro trenta giorni dall’inizio degli stessi. Non è dovuta alcuna comunicazione preventiva. Come compilare la domanda e quali sanzioni sono previste in caso di inottemperanza all’obbligo?

Il datore di lavoro, titolare di un rapporto assicurativo regolarmente costituito presso l’INAIL, è tenuto a denunciare all’Inail entro trenta giorni le successive modificazioni di estensione e della natura del rischio: nuove lavorazioni, nuove assunzioni, variazioni della sede legale o della ragione sociale ecc.

Egli è parimenti tenuto a denunciare all’Istituto anche i lavori di carattere temporaneo che saranno attivati nei trenta giorni successivi e il cui svolgimento è limitato nel tempo, talchè ne sia determinata o determinabile la data di cessazione.

Tale fattispecie ricomprende tipicamente i lavori edili, idraulici, stradali, di linee di trasporto e di distribuzione, di condotta, ma anche tutti gli altri lavori aventi la caratteristica della temporaneità, come ad esempio la gestione temporanea delle mense scolastiche, l’appalto di servizi di pulizia di edifici privati o pubblici, ecc.

La denuncia dei lavori di carattere temporaneo presuppone inoltre la riconducibilità dei lavori ad una voce di rischio già presente nell’ambito della PAT aziendale attiva presso la Sede Inail competente in relazione alla sede legale o operativa del datore di lavoro: tutti i lavori a carattere temporaneo infatti saranno agganciati alla PAT preesistente, ma soltanto se i lavori denunciati con la denuncia di nuovo lavoro sono classificabili alla stessa voce della PAT gestita dalla sede Inail dove il datore ha eletto la sede legale dell’azienda.

Caratteri essenziali della lavorazione
· Esistenza di un termine finale determinato o determinabile, anche se si tratta di lavori di lunga durata
· Classificabilità in una voce di tariffa già presente nella Posizione Assicurativa Territoriale (Pat) della sede INAIL in cui il datore di lavoro ha la propria sede di lavoro
La DNL TEMP va inoltrata telematicamente entro trenta giorni dall’inizio dei nuovi lavori, non si tratta dunque di una denuncia preventiva, e deve contenere elementi necessari tra i quali:
· la località e la durata dei lavori;
· la descrizione dettagliata dei lavori, indicando non solo le fasi del processo produttivo, l’importo complessivo ed eventuali subappalti, ma anche quantità e tipologia dei macchinari che verranno utilizzati per il loro espletamento.
· La PAT di riferimento e l’indirizzo della sede INAIL competente;
· i dati del committente;
· il numero complessivo dei lavoratori dipendenti e categorie assimilate, degli apprendisti e degli interinali che saranno occupati dalla ditta presso il luogo dei lavori,
· l’ammontare complessivo presunto delle retribuzioni relative ai lavoratori e, se presenti, i codici fiscali e la retribuzione relativa al titolare artigiano, ai familiari coadiuvanti, ai soci delle imprese artigiane.

N.B. L’INAIL, nelle istruzioni di compilazione del modello richiede che siano indicate le retribuzioni che si presume saranno erogate, ai lavoratori impegnati nel cantiere, dalla data di inizio lavori fino al 31/12 dello stesso anno, senza rapportarle alla effettiva durata del cantiere
La sanzione amministrativa

L’ omessa denuncia all’Inail dell’inizio di un nuovo lavoro temporaneo comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa che va da 25,82 a 154,94 euro.
La dispensa dall’obbligo di denuncia dei nuovi lavori

Al fine di semplificare e razionalizzare i rapporti con l’istituto, l’Inail può dispensare il datore di lavoro dall’obbligo della denuncia dei singoli lavori, purchè questi siano comunque classificabili nell’ambito di una delle lavorazioni già denunciate, qualora:
· per l’esecuzione degli stessi, sia richiesto l’impiego di non più di cinque persone e la durata non sia superiore a quindici giorni;
· nel caso si tratti di lavori edili, stradali, idraulici ed affini di modesta entità;
· negli altri casi in cui se ne ravvisi l’opportunità.

L’istanza prevede però che il datore di lavoro dichiari la sussistenza delle condizioni necessarie per l’ottenimento dell’esonero, includendo la descrizione dettagliata delle attività da svolgere: si avvia così un procedimento amministrativo che si conclude con l’emissione da parte della Sede Inail competente del provvedimento di dispensa entro trenta giorni dalla istanza.

Il provvedimento di accoglimento non dispensa il datore di lavoro dagli obblighi di presentazione della denuncia di variazione per lavori temporanei non classificabili ad una lavorazione già assicurata all’Inail o non compresa nel provvedimento stesso.

Il provvedimento di accoglimento rimane valido per l’intera vita aziendale ma la dispensa dalla denuncia dei lavori temporanei riguarda solo la denuncia dei singoli lavori che richiedono l’impiego di non più di cinque persone e di durata non superiore ai quindici giorni, per specifica Pat e voce di tariffa. Ovviamente se la ditta in possesso di esonero inizia dei lavori che richiedono l’impiego di più di 5 persone o la cui durata è superiore a 15 giorni occorre fare la denuncia di nuovo lavoro all’INAIL.

In caso di mancanza dei presupposti per la concessione la sede emetterà un provvedimento motivato di rigetto. Avverso il provvedimento è ammesso ricorso da presentare al Presidente Inail per il tramite della Direzione Regionale competente per territorio nel termine di trenta giorni dalla piena conoscenza dell’atto impugnato.
Compilazione e modalità di trasmissione della denuncia

Le denuncie di nuovo lavoro e le istanza di dispensa devono obbligatoriamente pervenire all’Inail tramite gli appositi servizi telematici disponibili sul sito istituzionale per gli utenti in possesso delle abilitazioni per l’accesso ai servizi telematici riguardanti la gestione del rapporto assicurativo. L’istanza di Denuncia nuovo lavoro temporaneo è disponibile in Punto Cliente, nella sezione DNL TEMP: al termine della compilazione occorrerà cliccare sul tasto Invia per l’inoltro del modello alla competente Sede Inail.

Il soggetto abilitato riceverà successivamente via mail la ricevuta del modello inviato e, come per tutti i servizi telematici Inail, sarà possibile attraverso lo stato pratica visualizzare e stampare il modello compilato in formato PDF.

Il datore di lavoro è tenuto a denunciare all’Inail i lavori di carattere temporaneo entro 30 giorni dall’inizio dei lavori stessi

N.B. Il lavoro denunciato presuppone la riconducibilità ad una voce di rischio INAIL della ditta; in mancanza, occorre effettuare anche la variazione del rischio assicurato.
Proroga delle lavorazioni denunciate

La proroga oltre il termine presunto di fine lavori indicato nella DNL TEMP va effettuata compilando un nuovo modello di denuncia, come nell’esempio che segue:

ESEMPIO
In particolare: va confermata la data di inizio lavori riportata nella denuncia originaria e inserita la nuova data di fine lavori; è necessario spuntare la casella “Proroga”e, nel campo ordinariamente destinato alla descrizione dei lavori, va inserito il riferimento al numero di protocollo della denuncia da prorogare.
Casi particolari

In alcuni casi l’impossibilità di utilizzare il modulo di denuncia di nuovo lavoro temporaneo deriva esclusivamente dall’esigenza di acquisire tutte le informazioni e notizie necessarie per la corretta valutazione del nuovo rischio:
· Nuovi lavori stabili non aventi carattere temporaneo:I nuovi lavori stabili devono essere denunciati con la modulistica ordinaria (denuncia di variazione) e sono soggetti alle ordinarie modalità di gestione;

· Nuovi lavori a carattere temporaneo non riconducibili a voci di tariffa già attive nell’ambito della PAT della “Sede accentrante”:devono essere denunciati con la modulistica ordinaria (denuncia di variazione)ma devono essere gestiti con le modalità previste dalle richiamate disposizioni in tema di lavori temporanei (riconduzione nell’ambito della PAT attiva presso la “Sede accentrante”).

In caso di utilizzo del modulo di denuncia di nuovo lavoro temporaneo in luogo della modulistica ordinaria, la Sede inviterà il Datore di lavoro a compilare e presentare la denuncia sulla modulistica ordinaria, assegnandogli un congruo termine, comunque non inferiore a 20 giorni dal ricevimento della richiesta.

Qualora la nuova denuncia sia presentata o spedita nel termine assegnato, sarà considerata quale data di presentazione o spedizione quella della precedente denuncia.

ipsoa.it