Federazione Sindacati Indipendenti

Sanità, condannati i vertici di Menarini

Dopo 8 ore di camera di consiglio il tribunale di Firenze ha condannato i vertici della casa farmaceutica Menarini. La presidente Lucia Aleotti è stata condannata a 10 anni e mezzo, il fratello, Giovanni Aleotti, vicepresidente, a 7 anni e mezzo. Il processo li vedeva a giudizio per accuse, a vario titolo, di evasione fiscale, riciclaggio e corruzione. Il tribunale ha ordinato per gli imputati la confisca di oltre un miliardo di euro. Il tribunale ha stabilito anche che la presidente Lucia Aleotti dovrà risarcire, con 100mila euro, la presidenza del Consiglio dei Ministri che si era costituita parte civile.

Secondo gli inquirenti, dal 1984 al 2010 Alberto Aleotti avrebbe usato società estere fittizie per l’acquisto dei principi attivi, per far ‘lievitare’ il prezzo finale dei farmaci, grazie a un giro di false fatturazioni truffando cosi’ l’Ssn, che ha rimborsato medicinali con prezzi ‘gonfiati’. Il danno per lo Stato sarebbe stato di 860 milioni di euro. Il pm aveva chiesto nove anni e mezzo per Lucia Aleotti e otto anni per Giovanni Aleotti. La difesa ha già annunciato il ricorso in appello.

milanofinanza.it