Federazione Sindacati Indipendenti

Asl, sciopero a dicembre ma i sindacati si dividono

Uil Fpl, Fials e Fsi proclamano lo sciopero generale dei lavoratori dell’Asl Vco per il 9 dicembre. Lo fanno senza l’adesione di Cgil, Cisl e Nursing Up, sigle con il maggior numero di tesserati tra i 1.500 dipendenti dell’azienda.

Per Angelo Gallina, Daniele Mennillo e Antonio Dellera, segretari provinciali delle organizzazioni promotrici dello sciopero, la direzione dell’Asl ha disatteso tutti gli impegni assunti per far fronte alla carenza di personale che porta all’inosservanza dei riposi settimanali, al superamento dei limiti di orari di straordinario (i tecnici del laboratorio erano già oltre le 250 ore ad agosto), al mancato godimento delle ferie. Situazione particolarmente critica viene denunciata al Dea, dove «mancano nove medici, che non sono mai stati sostituiti con comprensibile aggravio per chi è rimasto».

Rimarcata poi la mancanza di collaboratori amministrativi negli sportelli dei distretti sanitari. Assurda per Gallina, Mennillo e Dellera la situazione che si verifica «quando dipendenti con molte numero di ore da recuperare si vedono trattenere somme sulle stipendio se sono in debito di orario».

Ad agosto Uil, Fials e Fsi a differenza di Cgil, Cisl e Nursing Up non hanno firmato l’accordo che consente di utilizzare 44 mila euro di fondi da risparmio aziendale per indennizzi ai lavoratori che fanno fronte alle emergenze con rientri volontari e pronte disponibilità. «Sono tanti i problemi nella nostra azienda, non credo però che lo sciopero aiuti a trovare soluzioni» dice Tiziana Zazzali della Cisl.
«Lo stato di agitazione – spiega Massimo Pregnolato, Cgil – lo abbiamo proclamato in primavera, poi ritirato per gli impegni assunti: nei limiti dei tetti di spesa si sta dando corso a nuove assunzioni. Per gli incarichi a tempo determinato c’è una graduatoria inutilizzabile: chi è chiamato non accetta di trasferirsi e per un nuovo concorso bisognerà attendere quello che verrà indetto in termini di quadrante». E Claudio Delle Carri di Nursing Up: «Oggi più che mai il sindacato dovrebbe restare unito».

lastampa.it