Federazione Sindacati Indipendenti

Milano, le farmacie LloydsItalia diventano presidi di “sanità leggera” con Medicorner

Roma, Implementare il servizio di assistenza farmaceutica, facendo della farmacia un presidio territoriale di “sanità leggera” in grado di garantire prestazioni di diagnostica, assistenza infermieristica e analisi. Ridotto all’osso, è questo il progetto Medicorner presentato ieri a Milano, nato dalla collaborazione tra LloydsFarmacia (ovvero Admenta Italia S.pA, holding italiana del gruppo tedesco Celesio AG) e Chorafarma, società italiana che ha il suo core business nella progettazione ed erogazione di servizi sanitari innovativi, con costi sostenibili, per rispondere sul territorio alle diverse esigenze delle persone.

Medicorner è un progetto creato per essere modulato in diversi contesti (primo tra tutti la farmacia) attraverso la realizzazione di uno spazio ambulatoriale, presidiato da personale sanitario qualificato, e attraverso la fornitura di un allacciamento alla piattaforma IT Medicorner, per garantire qualità nella refertazione.

In virtù dell’accordo presentato ieri, sarà attivato in 12 farmacie del gruppo LloydsFarmacia, dislocate in 8 dei 9 municipi del capoluogo lombardo. Ma in tutte le farmacie milanesi del gruppo (85 esercizi) sarà possibile prenotare un appuntamento presso la struttura dotata di Medicorner più vicina, dove i cittadini potranno svolgere un’ampia serie di prestazioni di sanità leggera (soprattutto di tipo diagnostico e infermieristico), evitando lunghi tempi di attesa e viaggi per raggiungere altre strutture sanitarie pubbliche.

La farmacia, presidio di sanità territoriale per antonomasia, amplifica così il suo ruolo di primo riferimento sanitario per i cittadini, offrendo la possibilità di ottenere sotto casa diversi servizi, dagli esami del sangue all’elettrocardiogramma, dalle medicazioni all’assistenza domiciliare, fino alla diagnostica leggera in telemedicina, che riguarderà diversi ambiti, dalla cardiologia al respiratorio, con esami come elettrocardiogramma e spirometria. Il tutto con personale infermieristico competente e certificato e le più moderne apparecchiature di diagnostica professionale e con la garanzia che un’equipe di medici qualificati si occuperà della refertazione degli esami, che potrà essere ritirata direttamente nella stessa farmacia.

L’iniziativa, ha spiegato l’assessore alle politiche sociali e salute di Milano, Pierfrancesco Majorino, intervenuto ieri alla presentazione, è in linea con il piano di politiche per la cultura della salute promosso dal suo assessorato. “Con questa iniziativa creiamo nuovi presidi per la salute nei municipi della città“ ha detto Majorino, ricordando come “la farmacia rappresenta da sempre un punto di riferimento per la cittadinanza, non solo per l’acquisto dei farmaci ma anche per ricevere indicazioni sulla cura e sui rimedi più appropriati quando non è necessario andare dal medico. Unire a questo la possibilità di effettuare analisi e piccoli controlli e partecipare a iniziative di informazione e prevenzione su patologie diffuse, ma spesso sottovalutate, è una importante opportunità offerta a tutti per prendersi cura di più e meglio della propria salute”.

Francesco Tozzi, amministratore delegato di Chorafarma, ha voluto invece ribadire la mission di Medicorner “È un luogo di cura, realizzato all’interno delle farmacie, che offre servizi sanitari di eccellenza a costi sostenibili” ha detto Tozzi. ” Il nostro obiettivo è rispondere ai bisogni della comunità”.

Soddisfatta per l’avvio del progetto anche Sara Tassinati, district manager per il Nord di Admenta Italia: “Crediamo che sia importante garantire ai cittadini la possibilità di accedere, anche attraverso la farmacia, ai servizi di sanità leggera più richiesti”.

rifday.it